Flash mob alla Sanità: «Salviamo la casa di Totò dal degrado»

ARTICOLI CORRELATI
NAPOLI - La casa dove a Napoli nacque Antonio de Curtis, ovvero Totò, il principe della risata, avrebbe bisogno di urgenti lavori di restauro.

E per sollecitare interventi, in tal senso, oggi in via Santa Maria Antesaecula, nel Rione Sanità, si è svolto un flash mob. I manifestanti - tra i presenti anche Francesco Borrelli dei Verdi - hanno esposto alcuni cartelli con la scritta «Save Toto».











E i residenti del quartiere, con in testa il pizzaiolo Ciro Oliva, hanno chiesto che sia affidato a loro il Museo dedicato al Principe della Risata e mai aperto. Lo stabile avrebbe bisogno di interventi urgenti, ma anche lungo la strada di accesso sarebbe necessario intervenire.




«Perchè - ha detto Ciro Oliva - non affidano a noi pizzaioli della Sanità il Museo per farlo aprire e per onorare la memoria di un grande come è stato Antonio de Curtis, in arte Totò?».
Giovedì 13 Novembre 2014, 19:34 - Ultimo aggiornamento: 13-11-2014 23:16



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2014-11-13 21:12:00
toto' dove stanno i miliardi di toto'

QUICKMAP