Vaccini Covid ad Avellino,
centri chiusi: domenica senza iniezioni

Domenica 3 Ottobre 2021 di Alessandro Calabrese
Vaccini Covid ad Avellino, centri chiusi: domenica senza iniezioni

In attesa di avviare le somministrazioni delle terze dosi e con le seconde inoculate a ben oltre la metà della popolazione, in Irpinia la campagna vaccinale anti-covid segna il passo e oggi i centri sparsi sul territorio, vista la carenza di domanda, resteranno chiusi. Dall'Asl di Avellino non fanno mistero che una domenica di stop serve a razionalizzare i costi. Tenere in piedi un turno con un medico, un infermiere e un amministrativo, personale minimo per far funzionare la struttura, insieme ai volontari che regolano ingresso e uscita dei cittadini, infatti, non vale la pena per un numero esiguo di appuntamenti che possono tranquillamente slittare di un giorno. Dunque, meglio un turno di riposo.

Del resto, anche sui richiami, nei mesi di maggiore afflusso, i tempi di intervallo per il Pfizer, 21 giorni, o il Moderna, 28, si sono dilatati senza controindicazioni medico-scientifiche. È evidente, peraltro, che nella nostra provincia il processo di immunizzazione è giunto ad una fase di fisiologico rallentamento. La media dell'ultima settimana si è attestata intorno alle 500 unità giornaliere (con un solo picco di oltre 900) e anche il dato di ieri, sebbene ancora non ufficializzato, non sembra discostarsene nonostante la campagna di sensibilizzazione continua e la possibilità, più agevole e diretta, di adesione attraverso gli open day puntualmente attivati in diverse strutture. Senza prenotazione, dai 12 anni in su, dalle 8 alle 14, questa volta è stato il turno dei centri vaccinali di Avellino (Paladelmauro), Bisaccia, Grottaminarda, Montella e Mugnano del Cardinale. Mentre per quanto riguarda il camper della salute impiegato nell'iniziativa Scuola Sicura, l'unità mobile dell'azienda sanitaria locale ha sostato nei pressi del liceo classico Colletta, in via Scandone. Ma anche in questa modalità, a quanto pare, i risultati non sono stati molto positivi. L'auspicio, quindi, è che vada meglio domani, quando il camper farà tappa davanti all'Istituto Superiore di Mirabella Eclano. 

Nella stessa giornata via libera agli open day vaccinali ancora nelle strutture del capoluogo irpino, Bisaccia, Grottaminarda e Mugnano del Cardinale, oltre che in quella di Lioni. L'obiettivo è quello di raggiungere la copertura totale dell'intera popolazione, superando anche le incertezze e i timori degli indecisi. Come sempre, oltre a garantire la somministrazione delle seconde dosi, in base al calendario stabilito, i centri dalle 8 alle 14 sono aperti a tutti i cittadini, a partire dai 12 anni, senza prenotazione, per la somministrazione della prima dose di vaccino e per la terza dose addizionale per i soggetti trapiantanti e immunocompromessi. Fascia di pazienti, quest'ultima, che pure stenta a decollare rispetto all'ulteriore richiamo del siero anti-covid. A questo specifico target, poi, da martedì si aggiungeranno i circa 12mila over 80 che hanno effettuato la seconda dose da almeno sei mesi e che possono sottoporsi a quella aggiuntiva, consigliata per conservare un alto grado di immunizzazione. Saranno avvisati da un sistema di recall, attraverso un messaggio registrato al numero di telefono dato in precedenza e in possesso del sistema sanitario. Questa richiesta di adesione, in pratica, costituirà una sorta di primo screening per verificare quante sono le persone interessate e organizzare, di conseguenza, le somministrazioni. In seguito un sms li avviserà dando loro un appuntamento al più vicino centro vaccinale rispetto al loro indirizzo di residenza, in maniera tale da agevolare l'accesso a questa possibilità.

Video

Intanto, dall'ultimo report dell'Asl si registrano 490 vaccini inoculati in Irpinia per la giornata di venerdì, in linea con la media settimanale. Le dosi somministrate sono risultate così distribuite: 12 presso il centro vaccinale di Monteforte Irpino, 27 a Sant'Angelo dei Lombardi e 79 nel locale presidio ospedaliero, 66 ad Avellino, 12 a Montoro, 24 a Solofra, 24 ad Ariano Irpino (Centro Vita) e 12 al Palazzetto dello Sport, 13 a Moschiano, 8 a Cervinara, 19 a Montefalcione, 12 a Mercogliano, 7 ad Altavilla, 41 a Mugnano del Cardinale, 12 a Montella, 18 a Bisaccia, 10 presso il camper della salute e 66 nelle Residenze sanitarie assistite. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA