Marco Ciriello
HERZOG di
Marco Ciriello

La civiltà gradevole

Venerdì 3 Gennaio 2014
Per fine anno i giornali hanno pubblicato le classifiche delle classifiche dei libri più venduti, senza però fare un bilancio del contenuto, c’era solo il compiacimento per le vendite. Il problema non è tanto l’equazione libro-semplice/vendite o personaggio noto/vendite, il problema è che a scorrere quelle classifiche si nota come l’anima di tutti i libri sia quella che per brevità chiamo: “gradevolezza”, che è diventata l’anima dell’editoria, mutuandosi direttamente dalla tv. Un mostro gentile che abita tutto, ormai. Mentre nel cinema può capitare che un film non gradevole – quindi che non rispetti i canoni Disney o la correttezza linguistica dei telegiornali – scali le classifiche, con i libri è praticamente impossibile, perché ormai si è creato un pubblico liofilizzato che si spaventa davanti a un libro che sovverte la realtà e le regole del racconto, che prova a spostare i punti di vista e le ragioni acquisite, che non abbia personaggi banali o che rifletta la complessità del mondo. La prova massima del degrado è che nessuna delle classifiche ha un libro sul futuro, vero assente nella narrativa – soprattutto italiana –. Ultimo aggiornamento: 13:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

GLI ULTIMI POST

di Marco Ciriello
Leggi tutti