«Colpi di pistola contro casa giornalista:
la solidarietà dell'Odg a De Michele»

Lunedì 4 Maggio 2020
«Il giornalista Mario De Michele ha denunciato che la scorsa notte sono stati esplosi alcuni colpi di pistola contro la sua abitazione in provincia di Caserta». Lo si apprende da una nota diramata da Ottavio Lucarelli, presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Campania. «Mentre sono in corso le indagini dei carabinieri di Aversa, esprimo a nome dell'Ordine la piena vicinanza e solidarietà a De Michele che da alcuni mesi vive sotto scorta dopo essere stato oggetto a metà novembre di un attentato con l'esplosione di dieci colpi di pistola mentre era a bordo della propria auto nelle campagne di Gricignano», aggiunge Lucarelli.

A novembre il giornalista denunciò infatti un altro grave episodio: riferì di essere stato inseguito da uomini armati mentre era in auto e preso di mira a colpi di pistola. Diversi i fori da proiettile rinvenuti sulla vettura. Da quel momento è sotto la tutela dei carabinieri. 

«La Fnsi e il Sugc esprimono forte preoccupazione per quanto accaduto al collega. Invieremo una nota all'Osservatorio sulla sicurezza per i giornalisti che, simbolicamente, aveva già deciso di riunirsi a Caserta, proprio per la particolare pericolosità del territorio dove ci sono ben cinque cronisti sotto scorta armata, un quarto di quelli presenti sull'intero territorio italiano. De Michele, meno di tre mesi fa, partecipò a un incontro con il viceministro dell'Interno Matteo Mauri organizzato dal Sindacato in Terra di Lavoro». Così, in una nota, Fnsi e Sugc commentano quanto accaduto nel cuore della notte in provincia di Caserta.  Ultimo aggiornamento: 16:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche