Droni e intelligence, cyberguerra
ai rifiuti nella Terra dei Fuochi

ARTICOLI CORRELATI
di Gianni Molinari

  • 311
Inviato a Casal di Principe  Mappe, venti, delimitazioni dello spazio aereo, contatti con i controllori di volo dell'Aeronautica Militare: l'Esercito schiera intelligence e tecnologia nella cyberguerra della Terra dei Fuochi. Tecniche militari per individuare siti, piccoli e grandi, ricostruire percorsi e attaccare gli sversatori. Giorno e notte. Con due droni, piccoli, invisibili e soprattutto silenziosi, che da 500 piedi di altitudine (oltre 150 metri) riprenderanno nei minimi particolari il territorio della Terra dei Fuochi...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 14 Marzo 2019, 08:00 - Ultimo aggiornamento: 14-03-2019 19:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP