Università, la selezione già eseguita prima che scada il termine per presentare le domande

Sabato 7 Marzo 2020

Sono una studentessa universitaria. La mia università, la Federico II di Napoli, ha da anni una convenzione con l’Istat per lo svolgimento di tirocini curriculari e, essendo io una studentessa di Statistica, ho ritenuto che questa opportunità facesse proprio al caso mio.

Dal sito Istat, sezione “Tirocini formativi curriculari per studenti universitari” cito: “[…] Per l’anno accademico 2019/20 sono disponibili per gli studenti delle università convenzionate più di 90 percorsi tematici. Gli studenti interessati a svolgere un tirocinio in Istat sono invitati a presentare le proprie autocandidature. I tirocini saranno assegnati sulla base della disponibilità dei tutor a seguire i percorsi richiesti e della compatibilità con le esigenze organizzative dell’Istituto. Le domande, relative all’offerta formativa valida per l’anno accademico 2019/20, potranno essere presentate fino al 31 marzo 2020".

Per questo ho presentato domanda di partecipazione al tirocinio il 3 marzo, con un mese di anticipo. 

Il giorno dopo, però, ho ricevuto la risposta: “Ci rincresce doverle comunicare che i percorsi da lei indicati sono entrambi al completo”.

Mi chiedo, com’è possibile che i percorsi siano entrambi al completo agli inizi di marzo se la scadenza per la presentazione delle domande è prevista proprio per la fine del mese? Credo che la selezione debba avvenire a bando scaduto, una volta che tutte le domande sono state raccolte in modo da poter confrontare i candidati e quindi scegliere.

Al contrario, se volessimo considerare l’ipotesi che la selezione avvenga man mano che si ricevono le candidature, ciò non andrebbe espressamente specificato sul bando?

A me onestamente tutto ciò pare ambiguo; ho anche risposto alla loro mail mostrando il mio sconcerto e chiedendo chiarimenti, ma non ho più ricevuto risposta. 

Ultimo aggiornamento: 15:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA