Evasione, Pos per tutti: multe
a chi rifiuta le carte di credito

di Umberto Mancini

  • 4221
Arriva la multa per chi non accetta il bancomat o la carta di credito per i pagamenti. La rivoluzione scatterà con la manovra economica. Il blitz porta la firma del vice ministro dell'Economia Luigi Casero che ha inserito la norma nella legge di bilancio che verrà varata domani. Con l'obiettivo dichiarato di tagliare le gambe all'evasione fiscale e, allo stesso tempo, modernizzare il sistema. E se il commerciante, il professionista o l'artigiano, idraulici in testa, non accetteranno il denaro elettronico, ovvero di essere tracciati, scatterà una sanzione di 30 euro ogni volta che il pagamento sarà rifiutato.

«Si tratta - spiega Casero - di una sanzione quasi simbolica, ma che indica una cambio di marcia importante». Una volta inserita in manovra l'impianto normativo verrà poi messo a punto per evitare distorsioni. «Tabaccai e benzinai - spiega sempre Casero - sono sostanzialmente favorevoli ma chiedono una riduzione delle commissioni bancarie, altrimenti sarebbe anti economico dotarsi di Pos». Insomma, oltre alla categorie interessate, sarà necessario coinvolgere le banche e chi gestisce le cards per trovare un accordo sui costi.

Di fatto però la bozza del decreto attuativo del ministero dell'Economia e di quello dello Sviluppo economico è quasi pronta e dovrà dare sostanza ad un vecchio progetto già contenuto nella legge di stabilità del 2016, quello che prevedeva appunto l'obbligo per esercenti e professionisti di dotarsi di Pos (la famosa macchinetta che legge le carte). Ora la manovra 2017 prova a completare il cerchio.

Continua a leggere sul Mattino Digital
Domenica 15 Ottobre 2017, 10:02 - Ultimo aggiornamento: 16-10-2017 09:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP