Bonus manovra 2021, dalla tv agli occhiali ai rubinetti: arrivano i mini-sconti. Chi ne ha diritto (e chi no)

Mercoledì 23 Dicembre 2020 di Francesco Bisozzi
Bonus manovra 2021, dalla tv agli occhiali ai rubinetti: arrivano i mini-sconti. Chi ne ha diritto (e chi no)

Tutti pazzi per i bonus in miniatura. È caccia allo sconto di Stato da 50 euro per l'acquisto di televisori di nuova generazione. Piace il bonus occhiali che prevede un contributo sempre di 50 euro, valido pure per le lenti a contatto. Ai nuclei con un reddito Isee non superiore a ventimila euro verrà anche consegnato uno smartphone di Stato in comodato gratuito per un anno. Chi deve sostituire i rubinetti di casa, o il soffione della doccia, può ambire a un incentivo fino a mille euro, da utilizzare entro la fine del prossimo anno. Dulcis in fundo, è stato ampliato il bonus mobili.

Manovra a metà/ I piccoli bonus che non fanno ripartire il nostro Paese

Televisori

Il bonus tv, finalizzato a «favorire il rinnovo o la sostituzione del parco degli apparecchi televisivi non idonei alla ricezione dei programmi con le nuove tecnologie DVBT2» e promuovere il corretto smaltimento degli apparecchi obsoleti attraverso il riciclo, potrà contare su una dotazione potenziata. A partire dall'estate del 2022 i vecchi televisori non saranno più in grado di ricevere i canali a causa del passaggio obbligatorio al nuovo digitale terrestre. Lo sconto da 50 euro, valido dal 18 dicembre 2019 al 31 dicembre 2022, potrà essere richiesto dalle famiglie con Isee fino a 20 mila euro.

Cellulari

La stessa soglia di reddito fissata per delimitare la platea dei beneficiari del bonus smartphone: per contrastare il divario digitale e promuovere nel contempo la digitalizzazione dei servizi pubblici, il governo spenderà il prossimo anno 20 milioni per distribuire gratuitamente alle famiglie in difficoltà duecentomila telefonini moderni, dotati dell'app Io e di un abbonamento a due giornali. Ma per riceverli bisognerà avere l'identità digitale Spid. Il bonus occhiali sarà riservato ai nuclei con Isee fino a 10 mila euro, ma a differenza del bonus smartphone, confermato al momento solo per il 2021, vivrà più a lungo: la misura ha carattere triennale. 

Rubinetti

Il bonus idrico, o bonus rubinetti, per la sostituzione di sanitari con nuovi apparecchi a scarico ridotto e la sostituzione di rubinetteria, soffioni doccia e colonne doccia con apparecchi a limitazione di flusso d’acqua, su edifici esistenti o singole unità immobiliari, sarà finanziato da un fondo ad hoc con 20 milioni di euro nel serbatoio. Ma le modalità e i termini per l’ottenimento del beneficio devono ancora essere definite: ci penserà il ministero dell'Ambiente, che ha tempo fino a febbraio per posizionare i paletti. La detrazione per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici (di classe non inferiore alla A+) in occasione di ristrutturazioni resta infine pari al 50 per cento delle spese documentate, però il tetto di spesa sale da 10 a 16 mila euro. La detrazione Irpef, da ripartire in dieci quote annuali di pari importo, andrà perciò calcolata su un importo massimo di 16 mila euro.

Video

Ultimo aggiornamento: 18:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA