Meghan Markle investe in una startup tutta al femminile. Con l'aiuto di Oprah Winfrey

Martedì 15 Dicembre 2020 di Danilo Barbagallo
Meghan Markle e il principe Harry

Meghan Markle inizia la sua carriera come imprenditrice. La duchessa ha deciso di finanziare una start-up californiana che produce il “latte del benessere”, aiutata dalla star della tv americana Oprah Winfrey.

 

 

 

La scelta segna l'inizio di una nuova carriera per Meghan Markle, che ha in progetto di investire privatamente in una serie di start-up guidate da donne che sono "in linea con i suoi valori". L’azienda, come fa sapere il “The Telegraph”, si chiama Clevr Blends, ha solo sei dipendenti e si descrive come una "società di benessere guidata da una missione e guidata da donne".

 

Con sede a Montecito, vende online i suoi quattro tipi di "miscele superlatte istantanee" (latte d'avena instantaneo con ingredienti naturali addizionali), con un costo che oscilla, a secondo dei pacchi acquistati, dai 28 ai 2 dollari. L'azienda dona l'uno per cento dei profitti alle organizzazioni che lottano per la giustizia alimentare negli Stati Uniti. La duchessa ha contattato la Clevr Blends, gestita dalla co-fondatrice Hannah Mendoza, dopo aver provato il suo latte di avena: “Questo investimento – ha spiegato la Markle - è a sostegno di una appassionata imprenditrice che dà la priorità alla creazione di una comunità accanto alla sua attività. Sono orgogliosa di investire nell'impegno di Hannah nell'approvvigionamento di ingredienti etici, nella creazione di un prodotto che personalmente amo e che ha un approccio olistico al benessere. Credo in lei e nella sua compagnia”.

 

 

 

La Markle è stata appunto aiutata da Oprah Winfrey: in un video su Instagram pubblicato nelle prime ore di lunedì mattina la conduttrice si è filmata mentre preparava il suo "nuovo superlatte preferito", che ha definito "delizioso”. Nel primo pomeriggio il post era stato visto quasi 380.000 volte mentre la Clevr Blends ha rapidamente annunciato che a causa dell'elevata domanda, gli ordini potrebbero non arrivare prima di Natale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA