Gli appalti agli amici di via Marina; il teste: mai visto nulla di simile

di Leandro Del Gaudio

6
  • 480
In tanti anni di lavoro, non aveva mai visto un rapporto così stretto tra un dirigente comunale e un imprenditore. Anzi, a voler andare a fondo, «non è prassi per un direttore di lavori pubblici segnalare e/o consigliare ditte e fornitori». Parola di persona informata dei fatti, un possibile teste chiave, che si chiama Antonio Ricci, vive ad Isernia dove gestisce un'azienda che si è aggiudicata un lotto di lavori per la riqualificazione di un pezzo di centro storico, all'ombra del progetto Unesco. È una delle voci che entrano nell'inchiesta che punta a verificare l'esistenza di accordi sottobanco tra pubblico e privato, tra dirigenti comunali e imprenditori, per l'assegnazione di commesse sia nella zona del centro storico, sia lungo l'asse costiero di via Marina, oltre che per altri lotti di spesa al porto o per la realizzazione di una piscina in via Nicolardi. Agli atti del fascicolo, oltre alla testimonianza di Ricci, anche alcune intercettazioni telefoniche e ambientali, che mettono a fuoco il rapporto tra due soggetti in particolare, entrambi coinvolti in questa primissima fase investigativa: parliamo dell'imprenditore Francesco Mattiello e del dirigente comunale Sandro Pietrafesa. Informazioni top secret girate all'imprenditore amico, finanche un pennetta usb (un supporto informatico) che esce dalle stanze di Palazzo San Giacomo per arrivare sempre allo stesso imprenditore, che dovrebbe poi sfruttarla per la piscina di via Nicolardi, fino al racconto di un testimone che resta «meravigliato» rispetto alle segnalazioni del direttore dei lavori pubblici. Ipotesi al vaglio degli inquirenti.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 2 Febbraio 2019, 08:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 6 commenti presenti
2019-02-02 08:42:23
Il signor sindaco ex magistrato continua a tacere su questo enorme argomento? O i suoi temi di pubbliche esternazioni riguardano solo lungomare, porti da aprire demagogicamente, e comparsate in pizzerie?

QUICKMAP