Skysef, la bandiera di Napoli
ai tre studenti del Righi in Giappone

Mercoledì 31 Luglio 2019
Il sindaco Luigi de Magistris ha consegnato questa mattina la bandiera della Città Metropolitana di Napoli ai tre studenti dell'istituto tecnico industriale Augusto Righi di Fuorigrotta che hanno vinto le selezioni per partecipare allo Skysef, il Forum Internazionale su Scienza e Tecnologia organizzato annualmente dalla Shizuoka Kita High School in Giappone. Gli allievi la porteranno con sé nel loro viaggio, e la esporranno nel corso dei lavori del Forum, con l'auspicio di poterla esibire nel corso di un'eventuale premiazione in caso di vittoria del contest.

La consegna del vessillo è avvenuta nella sala «Mariella Cirillo» della sede di piazza Matteotti alla presenza del consigliere delegato alla scuola della Città Metropolitana, Domenico Marrazzo, della dirigente scolastica Vittoria Rinaldi, e di una delegazione di docenti e di studenti dell'Istituto.

Gli allievi del Righi hanno già dimostrato la loro capacità e bravura in altri concorsi internazionali, come ad esempio lo Zero Robotics di Boston, la sfida mondiale organizzata dal Mit, il Massachusetts Institute of Technology, nel quale si sono classificati al terzo posto. Considerate quindi le potenzialità dei ragazzi e la cronica carenza di risorse delle strutture scolastiche, la Città Metropolitana ha deciso di coprire le spese per il viaggio e la permanenza degli studenti in territorio nipponico: la missione di Emilia Napolano (5Ci), Antonio Grassini (5Ci) e Francesco Mandarini (5Bi) - che porteranno l'eccellenza del sistema scolastico dell'area metropolitana di Napoli a confrontarsi con i migliori cervelli del mondo - e dei docenti accompagnatori sarà sostenuta dall'Ente di piazza Matteotti, con un impegno di circa 10mila euro.

Al Forum Emilia, Antonio e Francesco presenteranno il loro progetto, denominato «Follow The Sun»: un pannello fotovoltaico che si orienta automaticamente in base a dove c'è maggiore quantità di luce. Per accedere alla fase finale di SKYSEF 2019, l'invenzione ha dovuto superare il vaglio della ferrea commissione composta da esperti internazionali. I ragazzi partiranno oggi, avranno un pò di tempo per prepararsi all'evento finale che avrà luogo dal 6 al 9 agosto presso la Shizouka Kita High School, che organizza lo Skysef con il sostegno del governo giapponese.

La partecipazione del Righi si inquadra nel programma Ponte con il Giappone - a cura dell'Associazione Scienza e Scuola che fa capo al dipartimento di Fisica dell'Università «Federico II» con il patrocinio del Comune di Napoli - ed è anche frutto del protocollo d'intesa firmato dalla Città Metropolitana di Napoli, dall'ateneo federiciano e dall'Istituto scolastico il 24 ottobre 2017 finalizzato a realizzare un'offerta di formazione, innovazione, ricerca e trasferimento tecnologico in risposta alle esigenze del mondo delle imprese nell'area delle tecnologie avanzate di produzione di Industria 4.0.

«Abbiamo sempre creduto nei nostri ragazzi - ha affermato il sindaco de Magistris - e abbiamo lavorato in questi anni, anche attraverso protocolli e accordi, affinché potessero esprimere a pieno le loro potenzialità. I risultati che stanno raggiungendo ci riempiono di orgoglio perché testimoniano che il percorso intrapreso era quello giusto e perché dimostrano che anche a Napoli c'è la possibilità di raggiungere livelli di eccellenza mondiali nel campo dell'istruzione e dell'innovazione».

«Abbiamo voluto sostenere - ha aggiunto il consigliere delegato Marrazzo - il viaggio di questi ragazzi, ai quali facciamo un grande in bocca al lupo, perché la formazione e la cultura degli studenti e la valorizzazione delle competenze è una priorità strategica dell'amministrazione de Magistris».  Ultimo aggiornamento: 11:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA