Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Liliana Resinovich, spunta il messaggio d'amore a Sterpin il giorno prima della scomparsa: «Pensando a domani»

Liliana avrebbe inviato il messaggio mentre era alle terme, in Slovenia, assieme al marito: questo elemento indebolirebbe l'ipotesi di un suicidio

Venerdì 27 Maggio 2022
Liliana Resinovich

TRIESTE - «In relax pensando a domani, amore mio». È il messaggio inviato da Liliana Resinovich a Claudio Sterpin alle 12.56 del 13 dicembre, il giorno prima della sua scomparsa. Lo riporta il quotidiano Il Piccolo sostenendo che Liliana avrebbe inviato il messaggio mentre era alle terme, in Slovenia, assieme al marito e che tale elemento indebolirebbe l'ipotesi di un suicidio. Tra questi c'è il fratello di Liliana, Sergio, il quale nel corso dell'ultima puntata della trasmissione «Chi l'ha visto?», ha detto di non aver mai visto i fotogrammi relativi alle immagini delle videocamere che avrebbero ripreso Liliana mentre passa in via Damiano Chiesa e poi in piazzale Gioberti la mattina della scomparsa. «Se sono le sue ultime immagini le vogliamo vedere», ha detto.

Liliana Resinovich è arrivata a piedi sul luogo del ritrovamento del corpo: nuovi indizi sulla morte

Le ricerche sul divorzio sul cellulare

In uno dei due cellulari di proprietà di Liliana Resinovich sarebbero state rilevate ricerche su «come divorziare senza avvocato» e «quanto tempo per ottenere un divorzio». Inoltre, la donna avrebbe effettuato anche altre ricerche per trovare un piccolo appartamento a Trieste. Si tratterebbe di dettagli riscontrati dalla perizia disposta dalla Procura sui due telefoni cellulari in dotazione alla donna. Liliana era scomparsa nel dicembre scorso da Trieste e il suo corpo fu trovato nel gennaio successivo in un boschetto cittadino. Le ricerche con il dispositivo sarebbero state effettuate negli ultimi mesi. La donna cercava una abitazione grande dai 40 ai 60 metri quadrati. Inoltre, dal numero di chiamate effettuate sarebbe stato rilevato che Liliana avrebbe telefonato 500 volte al marito, Sebastiano Visintin, e 1.100 all'amico Claudio Sterpin

 

Ultimo aggiornamento: 11:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA