Caldo, quarta ondata in arrivo: picchi di 42 gradi. «Bolla rovente, sarà la più potente dell'anno»

A partire da martedì 19 luglio l'Italia sarà investita da una "bolla rovente" in arrivo dalla Francia

Caldo, in arrivo un'estate rovente da record: attese punte di 42 gradi al nord
Caldo, in arrivo un'estate rovente da record: attese punte di 42 gradi al nord
Martedì 12 Luglio 2022, 13:48 - Ultimo agg. 13 Luglio, 09:04
4 Minuti di Lettura

Dopo una breve tregua torna l'anticiclone africano e con lui l'incubo del caldo. La prossima settimana a partire da martedì 19 luglio l'Italia sarà investita da una "bolla rovente" in arrivo dalla Francia e le temperature torneranno a schizzare sopra i 40 gradi. Secondo le previsioni la quarta ondata di caldo della stagione sarà anche più intensa delle precedenti. 

Caldo, le previsioni per la prossima settimana

L'anticiclone delle Azzorre, che porta sole, bel tempo e clima mite senza eccesso di caldo ha caratterizzato l'ultima settimana. Ma ora verrà "scalzato" da una massa di aria rovente proveniente dall'Africa che in questi giorni ha già invaso la Spagna e si sta dirigendo verso la Francia e la Germania.

La prossima settimana, martedì, arriverà sulle regioni alpine e della Pianura Padana riportando afa e temperature 20 gradi sopra la media stagionale (con picchi di 42 gradi). 

Dopo una prima fase di caldo opprimente al centro nord l'aria torrida scenderà lungo la penisola fino ad arrivare alle regioni meridionali.  Già entro venerdì si toccherannno punte di 36-38 gradi sulle aree interne specie di Toscana, Lazio, poi Umbria, Pianura Padana, Foggiano ed entroterra sardo. Il prossimo weekend i termometri potrebbe salire a 40 gradi al Centrosud e Isole, oltre che in Pianura Padana.

 

Estate 2022: temperature roventi da record  

Secondo l’Osservatorio Geofisico di Unimore, l'estate 2022 è molto simile all'estate del 2003, quando il caldo fu definito "Hyperestremo". Il caldo record del mese di giugno conferma la tesi. Come ha rilevato anche il Copernicus Climate Change Service (C3S) giugno 2022 per l'Europa è stato il secondo giugno più caldo mai registrato, con temperature estreme in Spagna, Francia e Italia superiori alla media di circa 1.6°C.

Caldo record, dal 13 luglio l'ondata più potente del 2022 in tutta Europa: dall'Italia alla Spagna temperature fino a 45°. Le raccomandazioni

Il cambiamento climatico colpisce il mediterraneo 

Il servizio C3S riferisce inoltre che «L'atmosfera di giugno ha iniziato a riscaldarsi in superficie nelle aree extratropicali dell'emisfero settentrionale, dove questi eventi si sono verificati, a partire dagli inizi degli anni '70 a una velocità doppia rispetto a quanto avvenga in tutto il mondo. Nonostante queste ondate di calore in zone dell'Europa e dell'Asia siano fuori dalla norma, si tratta di eventi non inaspettati. In linea con i dati presentati nell'ultimo Ipcc Assessment Report, vi è un aumento nella frequenza e nell'intensità delle ondate di caldo: una crescita, secondo l'Ipcc, da attribuire al cambiamento climatico causato dall'uomo e destinata ad aumentare in futuro per via del riscaldamento globale».

«Nei prossimi anni si prevedono ondate di calore sempre più frequenti e forti simili a quelle osservate quest'anno in Europa e oltre. È di particolare importanza rendere pubblici dei dati affidabili, così da permettere a chiunque di monitorare queste tendenze e prepararsi al meglio a ciò che ci attende», dice il direttore del Copernicus Climate Change Service, Carlo Buontempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA