Età, l'ultimo tabù: la discriminazione che fa ammalare. Lidia Ravera: «Invecchiare bene, un'arte»

Mercoledì 24 Febbraio 2021 di Maria Lombardi
GettyImages

Alla fine di questo articolo sarete tutti un po’ più vecchi, di qualche minuto. Domani di un giorno e così via. È la nostra condizione, perché ne abbiamo così paura? Gran parte della vita la passiamo a litigare con gli anni, se ne salvano pochi. Dieci, quindici per le donne, venti per gli uomini. Quelli tra il “non ancora” e il “non più”. Gli anni di mezzo, grandi il giusto, gli unici fuori dall’ombra. Prima c’è l’età dell’incertezza, troppo...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio, 13:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA