Rifiuti e scarti ospedalieri: l'orrore dei giardinetti davanti all'ospedale Cardarelli

di Oscar De Simone

Alberi incolti, panchine vandalizzate, spazzatura e rifiuti sanitari. Queste le condizioni in cui versano i giardinetti davanti all’ingresso principale dell’ospedale Cardarelli. Dopo l’ultima bonifica lo scorso febbraio, l’incuria e il degrado sono tornati ad interessare l’area antistante il pronto soccorso. Una vera discarica in cui viene lasciato di tutto e che, nelle ore notturne, diventa riparo e bivacco per i clochard della zona. Camminare all’interno dei giardinetti è impossibile. A ogni passo si rischia di calpestare frammenti di vetro, siringhe e altri scarti ospedalieri. Un percorso a ostacoli che preoccupa e mette in allarme i residenti del quartiere.
 

«Non riusciamo a portare i cani a spasso – commentano – perché rischiano di ferirsi seriamente. Anche le pulizie straordinarie sono inutili, pochi giorni tutto torna come prima. Le aiuole sono pattumiere e le panchine letti di fortuna per i senzatetto. Bisognerebbe pensare alla vigilanza dopo una potatura e una nuova bonifica. Siamo di fronte al presidio ospedaliero più grande della città e dobbiamo renderlo sicuro per chiunque venga in zona».
Mercoledì 21 Agosto 2019, 19:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP