Viaggio nel quartiere generale delle Universiadi: «Dal cibo agli alloggi, un piano B per tutto»

Mercoledì 26 Giugno 2019 di Gianluca Agata

Decine di migliaia di caffé al giorno, centinaia di pasti, luci accese negli uffici dall'alba fino a notte fonda, camion con impalcature, banner pubblicitari, bandiere, scatoloni. La Mostra d'Oltremare è un cantiere a una settimana dall'inizio dell'Universiade.

Basta andare al ristorante per sentir parlare una babele di lingue. Sul piano sovrastante ci sono gli uffici della Fisu, la federazione internazionale delle Universiadi. Nel palazzo di fronte, quello del teatro Mediterraneo, lavora l'Aru, l'Agenzia Regionale delle Universiadi. Nel settembre del 2016 in via Santa Lucia erano in pochissimi. Ora sono in cinquecento. Le immagini dell'assegnazione dei Giochi invernali a Milano-Cortina hanno decuplicato uno sforzo già enorme al grido di: «Noi non siamo secondi a nessuno». Dappertutto è un brulicare di lavori. Si sta brandizzando la torre delle Nazioni. Si lavora al triplo della velocità semmai si fossa mai lavorato solo al doppio
 
«L'atmosfera è di grande tensione - racconta il commissario straordinario Gianluca Basile - il 27 arriva la prima nave. Il 28 si inaugurerà il villaggio». La Mostra d'Oltremare come Quartier generale dei Giochi: «Stiamo affrontando tanti problemi. Ora le criticità sono il branding, il traffico, le attrezzature. Abbiamo un piano B per tutto. La prima gioia? Vedere i ragazzi che si allenano nei tuffi». Al suo fianco l'ufficio di Flavio De Martino, il dirigente dell'area tecnica, l'uomo delle gare che ha sbloccato e risolto tutte le criticità riguardanti i lavori degli impianti. «Ma il nostro compito non finisce qui - dice - tutti fanno tutto con uno spirito che raramente abbiamo visto finora»,

Si corre al triplo della velocità. «Stiamo accelerando sulla spinta emotiva per portare a compimento il lavoro facendo anche cose che in realtà potrebbero non competerci. Palazzetti e piscine sono delle bomboniere». Parola di Davide Tizzano, coordinatore di tutte le discipline sportive. «L'augurio è che questo patrimonio non si disperda con un ottimo piano di gestione».

Sono gli architetti del Comune di Napoli, rispondono ai nomi di Gea Vaccaro, dirigente dei grandi impianti, Filomena Smiraglia, Genny Acampora, Simona Fontana e Giuliana Langella rispettivamente le signore del san Paolo, del pala Vesuvio, delle acque. A questi nomi da aggiungere gli architetti Valeria Palazzo, Monica Pisano, Maurizio Attanasio. Al San Paolo è tutto pronto. Bisogna accendere soltanto il secondo video, sistemare le ultime balaustre e recuperare un po' di materiale. Bagni ok come gli spazi comuni.

«Abbiamo raggiunto un accordo con i Comuni per la pulizia esterna agli impianti», spiega l'ingegner De Martino - Ed effettivamente se c'è un neo è quello della sporcizia e dell'incuria. Chi arriva agli impianti è accolto da uno spettacolo tutt'altro che gradevole. Giardini ed erbacce sono ancora lì, altra faccia della medaglia di impianti fantastici. Ma qualcosa si muove al PalaVesuvio. Costa Victoria entrerà in porto domani sera alle 7; Msc Lirica dopodomani mattina alle sette. 2114 atleti provenienti da 71 Paesi saranno ospitati a bordo della MSC Lirica Del Comandante Pietro Scarpato; 1888, provenienti da 38 Paesi, saliranno a bordo della Costa Victoria. «I nostri numeri sono impressionanti - afferma Leonardo Massa Country Manager di MSC Crociere - ogni giorno verranno serviti 800 kg di frutta fresca, 800 kg di pane appena sfornato, 5000 croissant preparati ogni giorno, 500 kg di verdura e ortaggi, 500 kg di pesce fresco e 600 kg di carne. Vogliamo far assaporare agli atleti la mozzarella, la pizza, il ragù napoletano, il babà, le frolle». 700 i membri dell'equipaggio. Tra le delegazioni anche le ragazze di Riyad e del Kosovo. Gli arrivi si protrarranno fino all'11 luglio. Italia con 413 membri, il Giappone me ha 365, la Corea 272. RAI - Cerimonia di apertura in diretta su Raidue il 3 luglio (Telecronaca di Alberto Rimedio con Carlo Verna). La mattina su Raidue in diretta tra le 10.35 e le 11.15, poi tra le 18.50 e le 19.40. In coda al Tgr Campania finestra quotidiana dalle 19.58 alle 20.18. Sul Canale57 dalle 23.15 alle 24. A Davide Rummolo affidato il commento tecnico per il nuoto. Capo team per Rai sport Ivana Vaccari con Andrea Fusco e Antonello Orlando. Coordinamento Tgr (servizi, interviste, telecronache, rubriche, montaggio centrale, video regia 30 persone al giorno impiegate per l'evento) Gianfranco Coppola, capo redattore Antonello Perillo.

Ultimo aggiornamento: 15:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA