Napoli, stazione Maradona: finalmente i murales di Ferlaino, Lauro e Ascarelli

Mercoledì 20 Gennaio 2021
Napoli, stazione Maradona: finalmente i murales di Ferlaino, Lauro e Ascarelli

«Oggi abbiamo inaugurato presso la stazione EAV – Mostra – Maradona i murales che raffigurano tre Presidenti che hanno fatto la storia del Calcio Napoli: Ferlaino, Lauro ed Ascarelli, a completamento della galleria che racconta la storia del Calcio nella nostra città, accompagnati da Corrado Ferlaino e da Achille Lauro Junior. Naturalmente mancano ancora tanti illustri giocatori e personaggi che hanno fatto la storia del nostro calcio e non pensiamo di aver esaurito il racconto» fa sapere in un comunicato l'Eav. Duque tante novità nella fermata della Cumana di Fuorigrotta, a cominciare dai presidenti che non erano stati inseriti in un primo momento, scatenando un mare di polemiche. 

«Né abbiamo mai pensato di fare un racconto esauriente, perché la storia del calcio a Napoli è così ricca che ci vorrebbe un museo e non le banchine di una piccola stazione. Abbiamo fatto un altro passo in avanti nel racconto e non mancheranno altre occasioni per completare, qui o altrove, il quadro. Facciamo piccole cose e ci piace sempre vedere il bicchiere mezzo pieno».

«Giorgio Ascarelli, vice sindaco di Napoli ed imprenditore, primo Presidente della nascente società di calcio, costruì uno stadio a sue spese nel 1929 vicino alla ferrovia inizialmente a lui intitolato e poi, a causa delle sue origini ebraiche, dal regime fascista reintitolato “stadio partenopeo” (poi distrutto durante la guerra). Achille Lauro, imprenditore e sindaco della città e Presidente della società di Calcio per molti anni nel dopoguerra. Corrado Ferlaino, imprenditore e Presidente della società di calcio, a cui è indissolubilmente legato il periodo d’oro del nostro calcio, con Maradona e la conquista degli unici due scudetti e della coppa UEFA» conclude la nota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA