Napoli, il Vasto diventa dormitorio dei clandestini: «Abbandonati da tutti»

di Oscar De Simone

  • 267
Coperte, teli e cartoni per ripararsi dal freddo. Così vengono “arredate” le pensiline dei pullman dove dormono i senzatetto del Vasto, a due passi dalla stazione centrale. Delle vere case nel freddo e nella solitudine di un quartiere che ormai sembra sempre più distante dal resto della città. A dormire in strada sono clochard di tutte le età e di tutte le etnie.

Sempre più spesso, di buon mattino, il quartiere si sveglia in quello che sembra essere diventato un campo profughi, dove la solitudine e la disperazione non lasciano scampo alle decine di ragazzi che dormono alle intemperie.
«In centinaia dormono per strada - dichiarano i cittadini e membri del comitato Vasto - nei palazzi e dovunque riescano a trovare riparo. Aprono anche le auto per dormirci dentro e questa è una cosa che dovrebbe essere controllata con più attenzione. Questi ragazzi sono in gran parte immigrati senza documenti e non rientrano nei centri di accoglienza. Questo li porta a dormire in strada sempre più abbandonati a loro stessi. Ogni mattina – in questo periodo – assistiamo a un vero teatro del degrado e dell'abbandono».
Martedì 5 Dicembre 2017, 20:57 - Ultimo aggiornamento: 05-12-2017 21:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP