Avellino, Salerno e Castellammare:
premiati i dirigenti «anti-furbetti»

5
  • 87
«Un attestato di merito» a «undici dirigenti pubblici che con le loro azioni di controllo e denuncia hanno concretamente contribuito a contrastare il fenomeno dell'assenteismo negli enti presso i quali prestano servizio». Così il ministro della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, premia gli anti-furbetti del cartellino, dopo averli ricevuti in mattinata, come annunciato ieri, a palazzo Vidoni, sede del ministero.

All'incontro, si legge in una nota, «hanno partecipato dirigenti dell'Azienda Servizi alla Persona Asp Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio di Milano, del Comune di Fondi, del Comune di Castellammare di Stabia, del Comune di Livorno, dell'Istituto Frisia di Merate, della Città metropolitana di Milano, del Comune di Reggio Emilia, del Comune di Trieste, dell'Inps di Salerno, dell'Ente parco nazionale dell'Aspromonte, della Provincia di Avellino». 
Giovedì 14 Marzo 2019, 14:38 - Ultimo aggiornamento: 14-03-2019 16:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-03-14 17:30:21
I controlli, nella pubblica amministrazione , che di dovere li effettua solo se invitato . e siccome il pesce puzza dalla testa ! "QUASI MAI NESSUNO CI ANNUSA.
2019-03-14 17:04:29
QUANDO saranno premianti , anche IN BENEVENTO E PROVINCIA?
2019-03-14 16:09:16
Fatemi capire, se sono dirigente e svolgo il lavoro che devo svolgere, qual'è il motivo per cui devo essere premiato? Il dirigente dove ho lavorato per 40 era il cosiddetto mangione. La stragrande maggioranza del personale faceva il comodo proprio e lui, chiudeva gli occhi. Era un ricatto che è andato avanti per anni...
2019-03-14 15:40:11
L'hanno sempre fatto perchè rientrava nei loro compiti di controllo del personale sottoposto e per un senso di dovere ora invece si premiano. Fra non molto li chiameremo "eroi"?
2019-03-14 15:12:32
L'hanno sempre fatto perchè rientrava nei loro compiti di controllo del personale sottoposto e per un senso di dovere ora invece si premiano. Fra non molto li chiameremo "eroi"?

QUICKMAP