Comune senza telefoni,
è assedio ai carabinieri

di Giuseppe Maiello

I telefoni del Comune squillano ma non è possibile la conversazione. Accade dall'inizio dell'anno: sulle prime si era pensato a un guasto, ma poi ci si è accorti che l'origine del disservizio aveva cause diverse. la colpa è delle dissestate casse comunali. Il vecchio gestore vanta un credito di 80mila euro. Non onorato. Il nuovo gestore però non può utilizzare gli stessi numeri, che risultano bloccati. E mentre negli uffici comunali gli impiegati cercano di ovviare per le emergenza con i propri telefonini, questo blackout ha effetti devastanti su tutta l'attività municipale. Accade che un impiegato di un altro qualsiasi Municipio abbia necessità di contattare i colleghi di Casandrino per una pratica relativa a un trasferimento di residenza, per un accertamento, per un documento qualsiasi: dopo diversi tentativi, è fatale che decida di arrendersi. Chi invece ha urgenza e non molla, prima o poi finisce per rivolgersi ai carabinieri della caserma di Grumo Nevano, che ha competenza anche su Casandrino. E così i militari, oltre alle loro incombenze, sono costretti a registrare segnalazioni di disservizio e vere e proprie denunce telefoniche: le ultime in ordine di tempo sono arrivate da Bolzano e da Trieste. Quando non addirittura essendo il fax legato alla funzionalità della linea telefonica - non devono adattarsi anche ad attendere l'arrivo di documenti.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 4 Aprile 2019, 09:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP