I rom costruiscono un altro campo a Napoli, ma il quartiere si ribella: baracche distrutte

Mercoledì 30 Agosto 2017 di Oscar De Simone

Distrutte e rimosse le baracche di un nuovo accampamento che stava sorgendo all'interno dell'area ex Nato di Poggioreale. Questo pomeriggio, cittadini e attivisti hanno allertato le forze dell'ordine descrivendo la situazione che da tempo osservavano dalle loro case. «Stavano costruendo da giorni una nuova baraccopoli», dichiarano i residenti, «e lo stavano facendo senza che nessuno li fermasse. Ormai siamo all'esasperazione e crediamo che la situazione vada gestita in modo diverso. Bisogna bloccare subito questo scempio e riportare la legalità nel nostro quartiere».
 

L'intervento del reparto ambientale della Polizia Municipale è stato utile all'identificazione ed all'allontanamento di cinque uomini di etnia rom, trovati a costruire il nuovo accampamento. «Sono stati subito bloccati» dichiarano il consigliere della IV Municipalità, Pietro Contemi e l'attivista Domenico Arfè.

«Da tempo monitoravamo questo territorio ed oggi ci siamo subito resi conto della gravità della situazione. Nei prossimi giorni sarà tutto rimosso e l'area dovrebbe tornare alla normalità. Purtroppo però ci rendiamo sempre più conto di quanto sia necessario il servizio della Polizia Municipale che da mesi vigila su questa realtà. Con questo intervento comunque - reso possibile grazie alla collaborazione di tutte le istituzioni - abbiamo dimostrato quanto sia utile la collaborazione di ogni singolo cittadino per il bene e la salvaguardia del nostro quartiere».

Ultimo aggiornamento: 31 Agosto, 08:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA