Napoli, timbrava il cartellino e andava al mare: sindacalista nei guai

di Valerio Esca

9
  • 3916
Un dipendente della Napoli Servizi, attivista della Uil, finisce sotto inchiesta per un presunto caso di assenteismo. Nel mirino della Procura partenopea un lavoratore della partecipata del Comune di Napoli, oggi in servizio presso gli uffici di via Commissario Ammaturo dell'Antiabusivismo e Condono Edilizio, all'epoca dei fatti distaccato alla biblioteca Flora di via Nicolini nella terza Municipalità. Il soggetto, secondo fonti investigative, dopo aver marcato il cartellino si sarebbe recato al mare nei giorni 8, 9, 10 e 11 agosto 2017. Dunque dopo il caso dei nove dipendenti (otto della società multiservizi e uno di Asìa) rinviati a giudizio nel novembre scorso, per essersi assentati dal luogo di lavoro in quanto custodi del parco San Gaetano Errico di Secondigliano, scoppia l'ennesimo caso dei furbetti del cartellino.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 21 Febbraio 2019, 08:27 - Ultimo aggiornamento: 21-02-2019 10:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2019-02-21 22:20:48
in Italia nulla fa ai lavoratori più danni dei sindacati, centri di potere e stipendi più che lauti, ovviamente alla faccia dei lavoratori.
2019-02-21 21:06:10
La Napoli servizio e chi se non uno dei sindacalisti. ma non gli succederá nulla é SINDACALISTA quindi IMMUNITÀ pari al PdRepubblica ITALIANA.
2019-02-21 15:00:00
Adesso se la vedrà brutta il furbetto, quasi quasi un giorno di sospensione e una promozione, dura la vita per i furbetti.
2019-02-21 12:49:43
Sindacati, per la maggior parte ricovero di sfaccendati ed arrivisti.
2019-02-21 12:11:33
è una città fantastica..

QUICKMAP