Napoli, arriva il primo Festival
della cultura russa tra danze e film

Venerdì 8 Ottobre 2021
Napoli, arriva il primo Festival della cultura russa tra danze e film

Dal 10 al 15 ottobre 2021 si svolgerà in Campania il primo Festival di cultura russa in Napoli da titolo “RussiaNapoli-Vulcano d’arte”. Il progetto, organizzato dal Ministero della Cultura della Federazione Russa, dal Centro dei festival cinematografici e dei programmi internazionali, e dall’Associazione culturale italo-russa “Aurora”, è sostenuto dal Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa, dalle Amministrazioni comunali di Napoli, Pompei e Capua, e dalla Camera di Commercio italo-russa. Il festival, per la prima volta in Campania, vuole essere il primo passo per l’ulteriore sviluppo della cooperazione culturale e di nuove, interessanti iniziative. Il programma prevede esibizioni del Corpo nazionale di ballo della Repubblica di Mari El, concerti dei solisti del Teatro Mariinskij, Maria Bayankina (soprano) e Irina Shishkova (mezzosoprano), che si terranno nelle principali sale da concerto di Napoli, Pompei e Capua, nonché proiezioni di film di registi, sia famosi che più giovani. In cartellone sei film: “Anna Karenina. La storia di Vronski”, “Il corriere” di Karen Shakhnazarov, “Rock” di Ivan Shakhnazarov, “Sulla Luna” di Yegor Konchalovsky, “La fine della stagione” di Konstantin Khudyakov e il film d’animazione “Belka e Strelka. Cani stellari” di Inna Yevlannikova e Svyatoslav Ushakov.

Per l’occasione, il noto scultore Lello Esposito, autore di disegni e modelli di numerosi premi cinematografici e letterari, ha realizzato “Il sole di Napoli”, premio speciale del festival, che sarà consegnato per la prima volta a Karen Shakhnazarov, illustre regista, direttore generale del gruppo cinematografico “Mosfilm”, vincitore di premi statali in Russia, insignito dell’onorificenza “Artista del popolo della Federazione Russa”, per altissimi meriti nel campo dell'arte mondiale. La cerimonia di premiazione avrà luogo il 10 ottobre a Villa Domi a Napoli, seguita poi da un concerto di gala con solisti del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo.

In futuro, come proposto dai partner italiani, si prevede di intensificare il lavoro con i giovani cineasti: masterclass nel campo di diverse industrie creative, incontri creativi e discussioni aperte, ed anche progetti-concorso tra scuole di cinema russe e italiane, con l'obiettivo di formare una comunità professionale e creativa per i giovani professionisti dell’industria cinematografica. Il festival prevede ricevimenti istituzionali a Napoli, Pompei e Capua e incontri con i nostri connazionali, volti a rafforzare i contatti reciproci e a sviluppare i legami intergovernativi tra Russia e Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA