«Nascondere portafogli e gioielli a Napoli», è bufera sull'app Google Trips

  • 68
Il Movimento Neoborbonico ha inviato ai responsabili dell’app per viaggi e turismo Google Trips la richiesta di rimuovere le informazioni su Napoli: nella scheda relativa alla città, infatti, nelle cinque righe di “indicazioni” si scrive che il centro storico di Napoli «è ideale da visitare a piedi ma è consigliabile nascondere portafogli, gioielli e telecamere, soprattutto di notte». Non risultano indicazioni simili per altre città italiane (ad esempio Milano, Roma e Torino). «Si tratta dei soliti luoghi comuni beceri - denuncia il Movimento Neoborbonico - frutto di antichi preconcetti che danneggiano l’immagine dell’ex capitale del Sud ma anche la sua economia considerato l’alto numero di persone che utilizzano l’app».

«Nessuno nega che a Napoli, come in tutte le grandi città del mondo, si verifichino furti ma le ultime statistiche ufficiali del Viinale dimostrano che si tratta di numeri di gran lunga inferiori a quelli delle altre città italiane: 6.610 i furti su 100.000 persone a Milano, 4.982 a Torino, 4.655 a Roma, 3.308 a Napoli», chiosa il Movimento Neoborbonico invitando «quanti amano la città di Napoli in Italia e all’estero» a disinstallare l’applicazione nel caso la società responsabile non proceda rapidamente alle modifiche. 
Domenica 18 Novembre 2018, 15:17 - Ultimo aggiornamento: 18-11-2018 18:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP