La camorra torna a uccidere nel Napoletano: freddato sotto casa il fratello del boss

Mercoledì 20 Maggio 2020 di Pino Neri
La camorra torna a uccidere nel Napoletano: freddato sotto casa il fratello del boss

La camorra torna ad uccidere ad Acerra e lo fa centrando un obiettivo di peso nel territorio. Nel primo pomeriggio, a pochi passi da casa sua, in via Calzolaio, è stato infatti ucciso  a colpi d'arma da fuoco il pregiudicato Pasquale Tortora, 58 anni, fratello del boss Domenico, soprannominato Mimì lo stagnaro.
 

 

L'agguato è avvenuto in pieno centro, in via Calzolaio, a pochi passi dal duomo della città. Una strada stretta ma nodale e strategica per la viabilità locale. Non si sa se qualcuno abbia visto quanto accaduto. Sul posto sono accorsi i carabinieri della caserma di Castello di Cisterna. I militari hanno isolato tutta la zona in cui è avvenuto il fatto di sangue.     
 
                     

Ultimo aggiornamento: 21 Maggio, 07:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA