Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pnrr, ecco il sistema Confindustria
a sostegno delle imprese napoletane

Mercoledì 16 Marzo 2022
Pnrr, ecco il sistema Confindustria a sostegno delle imprese napoletane

Credito di imposta, contratti di sviluppo, contratti di filiera agroindustriale, partenariati estesi e accordi per l’innovazione. Ecco, i principali strumenti dedicati alle imprese nel quadro del Pnrr: sono stati approfonditi e illustrati da tecnici ed esperti nel corso della giornata “Azioni Pnrr per le imprese: analisi dei bandi in corso ed in uscita” promossa da Unione Industriali Napoli, Fondazione Mezzogiorno e Campania Digital Innovation Hub oggi a Palazzo Partanna.

Video

«La crisi che sembra non finire ci obbliga a una resilienza dinamica. Le destabilizzazioni successive alla pandemia – ha sottolineato Maurizio Manfellotto, presidente Unione Industriali Napoli – ci impongono di rivedere le cose e la crescita è destinata a essere ridimensionata». Marilù Faraone Mennella, componente del CdA della Fondazione Mezzogiorno, ha aggiunto: «Intendiamo fare da booster alle opportunità previste dal Pnrr. Si tratta di una irripetibile occasione per creare la necessaria discontinuità nei processi economici e sociali dei territori meridionali. I tempi dettati dalle misure del Piano sono strettissimi». 

In evidenza gli strumenti disponibili a sostegno dei percorsi di digitalizzazione delle imprese e le agevolazioni per l’implementazione delle tecnologie abilitanti previste dalla transizione 4.0. «Tutte le aziende possono adottare le tecnologie abilitanti 4.0, anche le più piccole. La tecnologia – ha affermato Edoardo Imperiale, direttore del Campania Digital Innovation Hub – è invasiva ma non invadente. Siamo a fianco dell’Unione e della Fondazione come tecnostruttura operativa in questo percorso avviato da tempo per l’innovazione del nostro sistema e dell’intero territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA