Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pozzuoli, l'incendio di un vigneto danneggia le tombe romane del rione Toiano

Mercoledì 17 Agosto 2022 di Antonio Cangiano
Pozzuoli, bruciano le tombe romane del Rione Toiano.

Il fuoco brucia tutto, anche i resti di antiche tombe romane. È accaduto a Pozzuoli, dove alcuni edifici a carattere funerario d'epoca romana, nei pressi del popoloso rione Toiano, sono stati avvolti dalle fiamme. Un recente incendio che ha distrutto un vigneto annerendo le pareti in opus reticolarum che conservano i loculi dove venivano deposte le urne cinerarie.

 

I colombari del Rione Toiano, edifici funerari destinati a sepolture collettive e caratterizzati da nicchie disposte per ospitare le olle cinerarie, risalgono ad un arco cronologico che va dalla metà del I sec. a.C. alla metà del II d.C. e costeggiavano un percorso molto frequentato in antichità che fiancheggiando il versante settentrionale dell'attuale monte Sant'Angelo, si immetteva nella piana Puteolana.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA