«Violenza contro le donne, basta. C'è un test per predire i rischi», la videointervista del Mattino

Mercoledì 24 Novembre 2021 di Maria Pirro
«Violenza contro le donne, basta. C'è un test per predire i rischi», la videointervista del Mattino

Non sono mostri. Non sono pazzi. Non sono giustificabili. Tante, troppe volte hanno un volto familiare. Quello che spinge a chiamarli ancora mariti, fidanzati o ex anche dopo le violenze. Perché le donne aspettano dieci anni (dieci, in media) prima di denunciare e, spesso, lo fanno sostenute dai figli. Tant'è che «Questo non è amore», il report della Polizia, avverte che il 62 per cento dei reati avviene tra le mura domestiche e aggiunge che...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 26 Novembre, 12:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA