Violenza in ospedale, ambulanza sequestrata dalla gang delle Case nuove per una distorsione al ginocchio

Lunedì 6 Gennaio 2020 di Melina Chiapparino
Violenza in ospedale, ambulanza sequestrata dalla gang delle Case nuove per una distorsione al ginocchio

Sanitari del 118 sequestrati e minacciati a Napoli, nel rione delle Case nuove. L'episodio è avvenuto oggi pomeriggio e ha coinvolto l'equipaggio dell'ambulanza della postazione Ferrovia, costretto a eseguire un intervento con la forza.

«Il personale dell'ambulanza si trovava all'ospedale Loreto Mare per un intervento - raccontano dall'associazione Nessuno Tocchi Ippocrate - quando improvvisamente, nel pronto soccorso, un gruppo di ragazzi ha preso di forza l’equipaggio, costringendolo a salire sul mezzo di soccorso». Non solo. Tre persone che facevano parte del gruppetto minaccioso sono riuscite a salire a bordo del veicolo, minacciando costantemente i sanitari e obbligandoli a eseguire le loro direttive per spostarsi all'interno del quartiere fino a giungere nei pressi di un garage in uno dei vicoli a ridosso dell'ospedale.

LEGGI ANCHE In ospedale con il coltello, è allarme malati psichiatrici

«L'ambulanza è giunta sul posto ed è stata circondata da un'orda di astanti inferociti che hanno ricoperto d’insulti i sanitari - denunciano dall'associazione - Pensando al peggio il medico si è fatto largo tra la folla e, con sommo stupore, ha trovato un 16enne con distorsione al ginocchio».

Nonostante la valutazione medica di lieve entità della distorsione e l'assistenza prestata al minore, l’equipaggio è stato costretto con minacce a trasportare il ragazzo al Loreto Mare. I sanitari hanno denunciato l'accaduto e sono stati assistiti al pronto soccorso per le conseguenze psicosomatiche dell'episodio che rappresenta il quinto caso di violenza dal primo dell'anno. 

Ultimo aggiornamento: 11:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA