Renzi fa il pienone al Sannazzaro: «Cento cose fatte e cento ancora da fare»

di Oscar De Simone

  • 1011
Tasse, immigrazione e istruzione. Questi alcuni dei temi al centro del discorso tenuto da Matteo Renzi al Teatro Sannazzaro di via Chiaia. «La sfida delle prossime settimane - dichiara dal palco - è una sfida che dobbiamo vincere tutto insieme. Ho portato con me un foglio di cento cose fatte ed altre cento da fare. Questo arriverà agli italiani ma è importante che siate proprio voi a farlo leggere a tutti». 

Renzi però, parla anche degli avversari politici come Berlusconi, Salvini o gli stessi cinquestelle: «Quel movimento - continua - in questo paese rappresenta il movimento degli ex onesti. A me non interessa se abbiano restituito o meno i loro soldi anche perché, se vogliamo soffermarci su questo punto, ricordiamoci che con un voto in Parlamento la legge sul finanziamento pubblico ai partiti è stata cancellata».
 

Tra i presenti all'incontro anche il sottosegretario alla giustizia Gennaro Migliore che, commentando i fatti relativi a Roberto De Luca, dichiara: «Il nostro candidato non mi pare minimamente coinvolto nelle vicende che comunque dovranno essere chiarite. Ci sono gli avvisi di garanzia e noi siamo garantisti e nello stesso tempo ritengo che si debba procedere con le indagini. La magistratura deve fare il proprio corso e non deve guardare in faccia a nessuno». 
 
 
Sabato 17 Febbraio 2018, 20:24 - Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio, 08:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP