Floro Flores commissario a Bagnoli, il Pd all'attacco: «De Magistris jr si dimetta»

ARTICOLI CORRELATI
  • 94
«Sulla nomina dell'imprenditore Floro Flores a Bagnoli il sindaco di Napoli ha gettato la maschera e si è dichiarato nettamente a favore ed a sostegno per la nomina dell'imprenditore ex Olivetti alla guida di Bagnoli. Posizione chiaramente contraddittoria. Il nodo politico da sciogliere non era il commissariamento, il suo vero cruccio era il nome del commissario. Eccolo accontentato. Il nome di Floro Flores patron dello zoo di Napoli nonché vincitore dell'avviso pubblico indetto dalla Mostra d'Oltremare-Comune di Napoli per la gestione dell'Arena Flegrea di Napoli mette il sindaco di Napoli in sicurezza, nella ideale condizione di chi sa di poter contare sulla vicinanza operativa del manager ed imprenditore partenopeo». Lo dice il consigliere comunale di Napoli del Pd, Diego Venanzoni per il quale «c'è un problema però: Floro Flores è il datore di lavoro di Claudio De Magistris fratello del sindaco di Napoli. Conoscendo l'atteggiamento del sindaco di Napoli sempre improntato alla legalità ed alla trasparenza sono convinto che sin da subito per motivi di opportunità politica ed istituzionale non vorrà cadere lui in questo improvviso imbarazzo. Le scelte da compiere potranno creare non poche perplessità e suggestioni al cospetto della città e dell'intero paese».

«Un suggerimento di serena riflessione al primo cittadino: Floro Flores e Claudio De Magistris per il nuovo scenario che si profila con l'attuale rapporto di lavoro sono incompatibili, chieda dunque ad uno dei due di lasciare l'incarico. Chissà quale sarà l'atteggiamento del sindaco al cospetto dei centri sociali e di quei gruppi organizzati ai quali aveva promesso su Bagnoli una posizione netta contro il Commissariamento o soluzioni che coinvolgessero privati nelle scelte», conclude Venanzoni.
Domenica 2 Settembre 2018, 14:00 - Ultimo aggiornamento: 02-09-2018 15:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP