Salvini a Napoli, sfida alle mafie: «Piano nazionale per fermare i clan»

ARTICOLI CORRELATI
di Giuseppe Crimaldi

  • 364
Un piano di unità nazionale contro la camorra e le mafie. Ad annunciarlo, dalla Prefettura di Napoli dove ieri ha presieduto un comitato per l'ordine pubblico, è il ministro dell'Interno Matteo Salvini. Ma la conferenza stampa sull'incontro con i vertici di magistratura, forze dell'ordine e sindaco diventa l'occasione anche per uno sfogo. Il numero uno del Viminale torna infatti sulla notizia battuta poche ore prima dalle agenzie, e che riporta l'apertura di un fascicolo «esplorativo» della Procura della Corte dei Conti del Lazio sull'utilizzo dei cosiddetti «voli di Stato».
 

«Tornerò a Napoli - dichiara - non più in aereo ma in bicicletta, perché qualcuno sta lì a guardare come vengo. Uso l'aereo per lavorare non per venire a mangiare una pizza sul lungomare. Ho le spalle larghe e questo non mi tocca, ma per la mia parte politica c'è un attacco che non c'è mai stato negli ultimi 20 anni. Stiamo dando fastidio. Sapevo che la lotta seria alle mafie, all'immigrazione clandestina avrebbe portato qualche problema, qualche ritorsione, ma non mi fermo».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 17 Maggio 2019, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 17-05-2019 16:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP