Rifiuti, per pulire le strade Napoli spende quanto Milano

Venerdì 8 Marzo 2019 di Paolo Barbuto
Abbiamo dato uno sguardo al nuovo contatto rinnovato a inizio d'anno fra il Comune di Napoli e l'Asìa, abbiamo appurato che l'accordo prevede versamenti da 188.455.471 euro all'anno e abbiamo deciso di fare due conti. Niente di clamoroso, una semplice divisione fra la cifra pattuita per la pulizia della città e i giorni dell'anno, 365.

Insomma, volevamo capire quanto costa quotidianamente il servizio reso alla città e abbiamo trovato la risposta: ogni giorno versiamo 516.316 euro per tenere pulita Napoli. Non vogliamo essere ironici e nemmeno sferzanti per cui teniamo per noi le considerazioni che ci sono venute in mente leggendo quella cifra, e giriamo la domanda a voi lettori: vi sembra che la pulizia della città valga realmente mezzo milione di euro al giorno?

Per avere un'idea più precisa abbiamo approfondito e ci siamo ritrovati a scoprire che per ripulire un singolo chilometro quadrato di Napoli paghiamo 4.412 euro al giorno. Adesso, per avere un'idea delle dimensioni di un chilometro quadrato di città, pensate a piazza Garibaldi dalla stazione alla statua dell'eroe dei due mondi, provate a immaginarvela dall'alto: quella è esattamente l'ampiezza dello spazio di città per il quale ogni giorno paghiamo quattromilaquattrocento euro di pulizia.

Ovviamente ci siamo anche chiesti se la spesa napoletana fosse in linea con quella delle altre città d'Italia. Il confronto s'è rivelato difficile perché ogni metropoli ha caratteristiche diverse, per cui basarsi semplicemente sulla cifra del contratto di servizio non avrebbe reso un quadro puntuale della situazione.

La maniera che ci è sembrata più corretta per valutare il peso economico della gestione dei rifiuti è stata quella di considerare l'estensione territoriale delle altre città e di dividere la spesa per l'ampiezza dello spazio da tenere pulito. Ad esempio per la capitale si spendono 713 milioni all'anno in gestione dei rifiuti (con risultati invero non troppo esaltanti), quasi il quadruplo di quel che spende Napoli, però Roma è distesa su 1.200 chilometri quadri mentre Napoli si ferma a 117. Ecco, dunque, che misurare il costo in maniera differente riesce a restituire una visione più vicina alla realtà: Roma spende 1.520 euro per chilometro quadro di territorio, praticamente il 65% in meno di Napoli.

Siamo andati a prendere anche i dati di Torino e Milano, in modo da fare un paragone preciso fra le quattro città più grandi dello stivale. Ebbene a Torino la spesa quotidiana per chilometro quadrato arriva a 3.518 euro, il 20% in meno rispetto a Napoli.

C'è, invece, Milano che è prima nella speciale classifica. Con i suoi 181 chilometri quadrati di estensione e una spesa di 303milioni di euro ogni anno, il capoluogo lombardo fissa la sua spesa a 4.566 euro al giorno per chilometro quadrato, superando del 3% l'investimento partenopeo.

Anche in questo caso, però, c'è un pensiero che sgorga e imporrebbe parole ironiche dalle quali, ovviamente ci asteniamo e che trasformiamo in una domanda per voi lettori: a vostro parere la situazione di pulizia del centro di Milano è identica a quella del centro di Napoli? Vale solo il 3% di spesa in più?

Asìa si impegna quotidianamente nella diffusione della raccolta differenziata, ci sono addetti che si battono con vigore contro il degrado e le schifezze che gli stessi napoletani abbandonano per strada: lo scriviamo con convinzione, per chiarire che non c'è intenzione di sparare a zero, di colpire e affondare.

Qui si tratta semplicemente di osservare la realtà e chiedersi sa realmente Napoli ha l'aspetto di una città per la quale si spende mezzo milione al giorno in pulizie. A noi pare proprio di no, ma potremmo sbagliarci. Ultimo aggiornamento: 08:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA