Celebrazioni Dantesche 2021, ecco
il programma del Comitato Napoletano

Venerdì 25 Giugno 2021
Celebrazioni Dantesche 2021, ecco il programma del Comitato Napoletano

Il 29 giugno  a Napoli alle ore 10 nell'Aula Convegni del Dipartimento di Giurisprudenza, via G. Paladino 39 (Cortile delle statue) presentazione del ricco programma del Comitato napoletano di celebrazioni dantesche “Dante per tutti” che si concluderà a dicembre.

L’evento sarà aperto dai saluti di  Matteo Lorito Rettore dell’Università Federico II  e di Sandro Staiano, direttore del Dipartimento di Giurisprudenza.

Interverranno:

Andrea Mazzucchi del Comitato nazionale dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri istituito dal Ministero della Cultura, Salvatore Buonomo direttore del Segretariato Regionale per la Campania Mic e della Biblioteca Nazionale di Napoli, Maria Lucia Siragusa, direttore della Biblioteca Universitaria di Napoli, Antonino Pollio, presidente della Società dei Naturalisti in Napoli, Giuseppe Perna, presidente dell’Associazione Annalisa Durante, capofila del Patto Locale per la Lettura “Reading Forcella”, Maria Pia Cacace, presidente dell’Associazione culturale Minecreative (e presidente dell’ AIB Sezione Campania), Raffaele De Magistris, in rappresentanza del Polo della Cultura Mezzocannone 8

Seguirà l’inaugurazione dell’installazione “ Editio princeps. Cocito”, dello scultore Pietro Marino, con la collaborazione di Michele Prudente, nel Cortile delle Statue di Mezzocannone 8.

"Editio Princeps" è un’opera diffusa di grande magnetismo  che ricoprirà  con 250 mq di vetri sigillati​ un ampio spazio del  seicentesco cortile offrendo in una visione originale di lettura tutte  le terzine della Divina Commedia. L’installazione è costituita da 540 fogli stampati in alfabeto braille, che è possibile circum navigare da diverse prospettive ottenendo una osservazione completa e plurisensoriale. L’opera di Pietro Marino resterà a Napoli tutto luglio per poi proseguire per altre città in occasione delle celebrazioni.

L'anniversario dantesco  a Napoli assume un aspetto nuovo ed inedito e si distingue per  la ricchezza delle collaborazioni tra Istituzioni pubbliche  e associazione del territorio uniti  con l’obiettivo di promuovere a tutto tondo la conoscenza di Dante e dei valori civili, storici, linguistici associati alla sua figura e alle sue opere. Alle celebrazioni dantesche a Napoli compartecipano le due biblioteche del Ministero della Cultura, la  Nazionale Vittorio Emanuele III e la Universitaria  con due grandi mostre che si inaugurano a settembre e che daranno la possibilità al grande pubblico di accostarsi a preziosi manoscritti ed edizioni rare. Con le biblioteche fanno parte del comitato napoletano il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e la Società dei Naturalisti; accanto a queste istituzioni  le associazioni Mine Creative, Patto Locale per la Lettura “Reading Forcella”, con capofila la Biblioteca Annalisa Durante e l'arte dello scultore Pietro Marino con l'istallazione in alfabeto braille. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA