Napoli celebra la santa "pop" che ha ispirato Branduardi

Lunedì 16 Settembre 2019 di Giuliana Covella
Napoli rende omaggio a santa Ildegarda di Bingen, affascinante e rivoluzionaria figura del XII secolo, elevata a dottore della Chiesa. E lo fa con un evento promosso dall’Accademia Ildegarda il 17 settembre (ore 17) nel chiostro di Santa Maria La Nova.

L’Accademia festeggerà il suo sesto anniversario di attività nel giorno di santa Ildegarda, invitando il pubblico ad approfondire la conoscenza della sua ispiratrice grazie alla presenza di un esperto che la racconterà, rivelando la sua inimmaginabile portata. Gli esperti, psicoterapeuti e operatori dell’Accademia accompagneranno i visitatori in un momento  esperienziale sulla “gioia” in cui condividere una suggestione sul modo di lavorare integrato ad opera di un’equipe multidisciplinare anche attraverso la musica, tra le espressioni predilette di questa straordinaria figura di donna e religiosa del XII secolo. 

Scrittrice, musicista, filosofa, linguista, cosmologa, guaritrice, naturalista, consigliere politico di Federico il Barbarossa e Corradino di Svevia, ma anche riconosciuta profetessa, la monaca benedettina Hildegard von Bingen - che ha ispirato l’ultimo album di Angelo Branduardi - è stata anche la creatrice di uno dei primi esempi di lingua artificiale ed è venerata non solo dalla Chiesa cattolica ma anche da luterani e anglicani. L’accademia a lei intitolata a Napoli, dopo un primo momento dedicato al saluto con le autorità inaugurerà il nuovo anno presentando attività e corsi, la sua storia e il suo cammino e le grandi novità.  © RIPRODUZIONE RISERVATA