Sorrento, sabato riapre parzialmente il Museo Correale

Cultura
Cultura
Giovedì 2 Giugno 2022, 17:29 - Ultimo agg. 19:09
3 Minuti di Lettura

Da sabato 4 giugno il Museo Correale riapre le porte ai visitatori per venire incontro alla stagione turistica in fermento. La riapertura sarà in un primo tempo parziale, per consentire il proseguimento degli importanti lavori di restauro conservativo che stanno interessando l’intero museo, dal nuovo piano interrato fino al secondo piano. Torneranno però visitabili al 50% del prezzo d’ingresso, la splendida sala delle porcellane e parte del primo piano, oltre al magnifico belvedere sul Golfo di Napoli, raggiungibile dopo una piacevole passeggiata in giardino lungo i limoneti tipici sorrentini con i seguenti nuovi orari di apertura: ldal unedì al sabato ore 9-14 (ultimo biglietto ore 13:00). Domenica chiuso.

In vetrina la splendida sala delle porcellane e parte del primo piano, oltre al magnifico belvedere sul Golfo di Napoli raggiungibile dopo una piacevole passeggiata in giardino lungo i limoneti tipici sorrentini. Continuano poi senza sosta i concerti di musica classica e canto lirico organizzati da Opera e Lirica nella sala degli specchi che coinvolgono ogni settimana decine e decine di turisti italiani e stranieri appassionati di musica e arte. Richiestissimi anche la celebrazione di unioni civili, curati su discrezione degli sposi dal Wedding Management del museo, che si possono svolgere sia nell’affascinante sala degli specchi che nel giardino del Museo.

Video

«La riapertura parziale del Museo Correale consentirà ai turisti di far conoscere, anche se solo in parte, le bellezze artistiche e culturali del nostro territorio e ai sorrentini di riappropriarsi di un loro bene. Ovviamente la visita parziale sarà accompagnata dalla riduzione del biglietto d’ingresso - spiega il presidente dll'Ente, Gaetano Mauro -. Queste ultime settimane di lavoro in cui il cantiere sarà operativo, però, richiedono anche la pazienza e la comprensione da parte dei visitatori: stiamo tutti lavorando per dare ancora più lustro e bellezza al Museo Correale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA