​«La musica che gira intorno», ultimi appuntamenti tra storia e cultura partenopea

«La musica che gira intorno», ultimi appuntamenti tra storia e cultura partenopea
Venerdì 9 Settembre 2022, 18:16
3 Minuti di Lettura

Ultimo week end live per la rassegna itinerante “La musica che gira intorno” che fa parte delle tre linee del progetto turistico-culturale “Vedi Napoli e poi… torni”. A cura di Ravello Creative Lab Srl, che ha affidato la direzione artistica a Peppe Barra e a Dj Uncino, “La musica che gira intorno” propone il nono e decimo appuntamento con concerti d'impronta napoletana ricca di contaminazione jazz e dalla forte tradizione classica. Il penultimo appuntamento live della rassegna è previsto per il giorno sabato 10 settembre con Marco Zurzolo in “i napoletani non sono romantici” suoneranno sul palco della Villa Comunale Vittorio Riva, Marco De Tilla, Carlo Fimiani  e Alessandro Tedesco. «Napoli, insieme alla gente che la abita, è uno stimolo continuo per la musica, per la cultura e per la creatività a 360 gradi. L'energia che trasmette la nostra terra, nel bene e nel male, è immensa e noi nel nostro piccolo rubiamo giorno dopo giorno le sue emozioni, la sua poesia, la sua eleganza e la sua immensa tradizione, trasformandola in musica, quella stessa musica che ci rende riconoscibili in qualsiasi parte del mondo. - racconta Marco Zurzolo - Questo progetto nasce con uno scopo ben preciso, quello di rappresentare e raccontare la nostra Città rispettandone i suoni, i colori e la sua immensa tradizione.Riprendendo il concetto di “song” - conclude Zurzolo - intendiamo creare un viaggio sonoro che rievochi ricordi e sensazioni  descrivendo le emozioni del popolo napoletano attraverso le suggestive parole di Elvio Porta: Vista da terra, Napoli è bellissima. Molto più bella che vista dal mare. Perchè da terra si vedono i Napoletani. Perchè da terra si vede la vita...»

La rassegna si conclude Domenica 11 settembre con Mario Maglione che accompagnato da un piccolo ensamble si esibirà in un live intimo e suggestivo in cui incanterà da vicino il suo pubblico con un excursus di brani che hanno fatto la storia della musica partenopea: da Roberto Murolo a Sergio Bruni.

Con Mario Maglione la canzone classica napoletana trova, come accadde con Roberto Murolo, di cui il geniale cantante è l'erede spirituale, grande affermazione nel panorama della melodia napoletana di tutti i tempi. L'espressione musicale, per Maglione, vulcanico interprete della cultura canora partenopea, è sentimento e passione, che esprime al meglio attraverso il canto Ospite della serata la straordinaria voce partenopea di Francesca Fiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA