Napoli, morta a Emma Naldi, signora degli hotel e della solidarietà

Mercoledì 15 Gennaio 2020 di Emanuela Sorrentino

Il mondo alberghiero piange la prematura scomparsa dell’imprenditrice Emma Naldi, proprietaria degli hotel Santa Lucia e Oriente a Napoli e dell’Hilton a Milano. Primogenita di Nino e Adele Naldi, aveva proseguito con impegno e successo le attività di famiglia gestendo le sue aziende con rigore e dedizione, affiancata negli ultimi anni dai figli Francesca, Adele, Cristoforo e Roberto.

LEGGI ANCHE «Napoli è donna», il premio Lydia Cottone a Danieli, Vitale, Cerasuolo, Sorgato e Countryman

Riservata e sensibile, Emma Naldi ha condotto tutta la sua vita con discrezione e amore, divisa tra gli affetti familiari e le attività lavorative che ha sempre seguito in prima persona, impegnandosi attivamente anche nel sociale. Aveva portato avanti con i fratelli la Fondazione «Don Guanella-Fernandes», che supporta i ragazzi e le famiglie disagiate con progetti di educazione scolastica per i bambini e inserimento nel mondo del lavoro. La Fondazione lavora all’interno del centro Don Guanella, costruito e donato dal nonno Roberto Fernandes e da sempre punto di riferimento nel quartiere di Miano.

Appassionata di equitazione come il padre Nino, Emma aveva gareggiato in gioventù in importanti competizioni italiane, così come i fratelli Roberto e Salvatore e la sorella Teresa, tutti noti imprenditori nel mondo alberghiero. I funerali si terranno questa mattina alle ore 10.30 nella Parrocchia del Corpus Christi e Regina del Rosario in via Manzoni 225.
 

Ultimo aggiornamento: 09:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA