E tu lo sapevi?
Attenti: l'antipulci usato male può essere mortale. Ecco perché

di Francesca de Angelis

Alzi la mano chi non conosce le pipette anti-parassiti. Già, ma siete certi di usarle in modo corretto? Sì perché ci sono una sfilza di errori che possono persino rivelarsi fatali per i nostri amici a quattro zampe. L' Associazione nazionale medici veterinari mette in guardia da quelli più comuni.

Regola numero uno: non usare gli spot on per i cani sui gatti o i conigli: può rivelarsi mortale. Le varie destinazioni devono essere chiaramente indicate sulle confezioni. E poi attenti: il gatto di casa non deve leccare il pelo del cane appena trattato. E dunque tutti i vari animali che convivono nella stessa casa dovranno evitare di leccarsi tra loro. Anche questa circostanza può esser fatale. Lo scambio di antiparassitario, magari legato al fatto che si possiedono più animali, è infatti la prima fonte di avvelenamento domestico per i pet. I sintomi che qualcosa non va si manifestano entro 20 minuti: salivazione eccessiva, sonnolenza, rigidità. Si tratta di gravi segnali neurologici che possono portare alla morte. Ecco perché è importante fare attenzione e seguire scrupolosamente le indicazioni.

E' bene sapere che le pulci vivono sull’animale ma scendono per deporre le uova negli anfratti, poi le larve diventano adulte e tornano sull’animale. Dunque disinfestare bene anche l’ambiente. E ricordate che cani e gatti che vivono in appartamenti non sono per questo immuni dal contagio. Agite sempre anche sulle zone frequentate abitualmente dagli animali utilizzando prodotti che bloccano il ciclo delle larve. Altrimenti il problema si ripresenta. Il rischio c’è, ad esempio, nelle case al mare in affitto. Se una famiglia ha un pet con le pulci, quella successiva che entra in casa dopo qualche giorno rischia di trovarsi assalita.

Non solo: se si hanno più animali è bene trattarli in contemporanea, per evitare l’effetto ping-pong: parassiti che passano da un animale all’altro.

Dunque leggete sempre tutte le informazioni stampate sulle scatole delle pipette. Quelle adatte solo ai cani, ma off limits per i gatti, lo dicono chiaro e tondo sulle confezioni. Infine, segnate sul calendario la data in cui avete usato la pipetta così da sapere sempre quando il suo effetto inizierà a svanire.
Domenica 6 Luglio 2014, 21:43 - Ultimo aggiornamento: 23 Luglio, 17:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2014-07-23 13:59:00
l'anti pulci è un veleno molto blando che non ha praticamente nessun effetto su cani e gatti che possono tranquillamente leccarsi
2014-07-20 06:16:00
Dopo la doccia Grillo stai attento!

QUICKMAP