Achille, il meticcio investito e «senza speranza» torna a correre grazie a Nicoletta

Giovedì 13 Maggio 2021 di Federica Rinaudo
Achille, il meticcio investito e «senza speranza» torna a correre grazie a Nicoletta

Il miracolo dell’amore per Achille, un meticcio paralizzato. I medici ritengono sia senza speranza, ma grazie a Nicoletta e ad una raccolta fondi via web lui vince il male e torna a correre. E’ una mattina come tante altre per Nicoletta Leone. Come ogni giorno, infatti, si reca al maneggio dove lavora, situato nei pressi di Velletri. Ma il destino per quella giornata le ha riservato una bellissima sorpresa. Poco prima di varcare la soglia Nicoletta sente alcuni lamenti provenire da un’area verde poco distante.  Una volta raggiunte quelle siepi, così alte selvagge, si accorge che una mamma a quattrozampe ha dato alla luce i suoi sei cuccioli. Una storia a lieto fine perché gli adorabili meticci (simili ad un pastore maremmano) vengono immediatamente aiutati e poi nel tempo adottati.

Un dolcissimo musetto dal manto nero rimane in casa di Nicoletta e così “Achille” diventa un cane felice.  Dopo tre anni in un piovoso pomeriggio di dicembre Achille sparisce e, solo dopo numerose ricerche, viene ritrovato a 15 km da casa riverso sulla strada probabilmente investito. La disperazione di Nicoletta è immensa, ma non si perde d’animo e corre in clinica per farlo visitare. I medici non le lasciano molte speranze.

Ad Achille, a causa dei gravi danni riportati sia alla colonna che al  torace, viene annunciata una prognosi riservata sul recupero motorio e quello della vescica. Inizia un percorso difficile e doloroso fatto di cure e riabilitazione. A fare la differenza però è l’amore, quello che fa miracoli. E così Achille, tornato a casa paralizzato e con il catetere, grazie alla tenacia della sua umana e di un fisioterapista a domicilio, pronto ad organizzare una specie di palestra su misura, riesce a vincere ogni drammatica previsione. Non solo sopravvive, ma torna a correre e saltare come un tempo per la gioia di Nicoletta e di  tutti coloro che si sono mobilitati per aiutarla anche attraverso una raccolta fondi organizzata via web, che ha unito tante mani e zampe all’insegna del cuore.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche