«Nu surze d'acqua», ciotole per abbeverare i cani randagi a Torre del Greco

Martedì 3 Agosto 2021 di Aniello Sammarco
«Nu surze d'acqua», ciotole per abbeverare i cani randagi a Torre del Greco

«Nu surze d’acqua», è la frase che presenta la nuova campagna di sensibilizzazione a favore di cani e gatti randagi promossa dal corpo provinciale guardie ambientali volontarie. Da oggi gli animalisti raccoglieranno e distribuiranno ciotole, in particolare ai commercianti di Torre del Greco. Obiettivo, fare in modo che le stesse siano un punto di abbeveraggio per gli animali senza fissa dimora: «Caso ha voluto - spiega il referente Gav, Salvatore De Chiara - che l’iniziativa abbia preso il via dopo una brutta esperienza che ha colpito tutti noi. Domenica abbiamo recuperato una gatta agonizzante a causa della disidratazione. Nonostante tutti i tentativi di salvarle la vita, l’animale è morto poco dopo. Come abbiamo scritto nella locandina di presentazione, l’acqua è la materia della vita e un sorso non si nega a nessuno. Siamo certo che in tanti risponderanno positivamente».

L'iniziativa segue il successo riscosso nel fine settimana dalla raccolta alimentare promossa dalle guardie ambientali volontarie in via Litoranea, durante la quale sono state recuperate non solo scatolette e crocchette donate da persone venute anche da comuni limitrofi, ma perfino cuccette e coperte da utilizzare nei mesi freddi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA