Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gianluca Vacchi, il video dello staff: «Se si arrabbia ci chiede scusa». Dubbi sul web: trovata pubblicitaria?

Prima la denuncia della colf ora la difesa della Crew il 54enne bolognese continua ad avere i riflettori puntati su di se. Intanto dal 25 maggio su Prime Video è uscita la sua docu-serie Mucho Mas. E i dubbi si accendono

Sabato 28 Maggio 2022
Gianluca Vacchi, arriva il video "spontaneo" dei suoi dipendenti: «Se si arrabbia ci chiede scusa». E sul web si accendono i dubbi

Tutto è cominciato dopo la sua ospitata a Domenica In. Gianluca Vacchi da Mara Venier per promuovere la sua docu-serie Mucho Mas approdata su Prime Video, ha fatto commuovere i telespettatori parlando della storia di sua figlia Blu Jerusalema nata con una malformazione al palato. Ma da domenica scorsa il caso Vacchi è esploso. E la gente si chiede cosa ci possa essere realmente dietro, c'entra la promozione della sua serie tv?

Gianluca Vacchi, (quasi) pronta la villa per Blu (da 15mln): «Spero di vivere abbastanza per vedere mia figlia capire i privilegi che ha»

Gianluca Vacchi, dopo la denuncia della colf è polemica

L'intervista in cui parla dei suoi possedimenti e replica a chi lo critica di spendere tutti i soldi della sua famiglia tra ville, yatch e jet privati con un sonoro «Il mio patrimonio è cento volte quello che mi ha lasciato mio padre», ha acceso la polemica. L'imprenditore bolognese divide, c'è chi lo ama e chi lo odia. La sua giornata tipo tra camera iperbarica, ginnastica, 4 ore di padel e molto tempo dedicato alla figlia non ha convinto tutti. Poche ore dopo le sue dichiarazioni arriva poi un'altra notizia che lo rimanda nei trend delle ricerche: la sua colf filippina (Laluna Maricris Bantugon) gli fa causa («I balli su TikTok? Se non andavo a tempo insulti e multe») chiedendo 70mila euro per straordinari e tfr non pagati.

Vacchi, colf filippina gli fa causa: «I balli su TikTok? Se non andavo a tempo insulti e multe»

La Crew lo difende

Gli audio del 54enne, che adirato minaccia di multe i suoi dipendenti, fanno il giro del web, ma oggi di tutta risposta arriva la difesa a Gianluca Vacchi. E a farla sono i suoi stessi collaboratori con un video.  A prendere la parola, a difesa di Vacchi, è Laura Siazzu che il 15 settembre del 2020, era stata licenziata dallo stesso Vacchi, per poi essere reintegrata. «La nostra vita non trascorre qui tra una frustrata e un insulto e qualcuno che ci tira una tazzina», Laura presenta poi, tutti gli altri presenti e continua a parlare: «Da Vacchi si lavora e ci si diverte». E lo staff ha qualcosa da dire anche a chi pensa che Gianluca non paghi gli straordinari: «non è vero noi siamo pagati».

Sono arrabbiati e uniti i dipendenti di Mister Enjoy: «Siamo adirati per quello che stiamo sentendo. Sapete perchè quella persona ha fatto una denuncia? Perché non ha la fortuna di stare qui con noi». I dipendenti seduti dentro una stanza intorno a un tavolo consigliano anche a tutti di non assumere quella donna perchè è pericolosa «Anzi mandatela alla Caritas». E continuano parlando del loro datore di lavoro solo con elogi: «Il dottore ha anche l'umilità che quando si arrabbia chiede scusa e poi chiede per favore per ogni cosa». Sono pochi in rete a credere che questo video sia stato registrato spontaneamente dalla Crew di Vacchi, ma sono solo voci di corridoio anzi per alcuni le solite male lingue, ai fatti il video c'è e il team è coeso nella difesa, ora se sia stato portato li con un discorso pronto questo non è dato saperlo a nessuno. Quindi il web resta diviso: c'è chi gli crede e chi no. 

 

La docu serie Mucho Mas

Lo scorso 25 maggio è arrivata su Prime Video Gianluca Vacchi: Mucho Mas, docu-serie che racconta la vita di tutti i giorni dell'influencer. Gianluca Vacchi, dj e imprenditore di fama internazionale si racconta, mostrandoci cosa c'è dietro a quel fenomeno da social che è esploso qualche tempo fa, i suoi video hanno conquistato il mondo, ma Gianluca è molto di piu', e ora lo vuole mostrare a tutti. In questo documentario infatti non vediamo il personaggio che già conosciamo, ma anche la persona vera e propria. L'influencer si racconta come non ha mai fatto, e ci porta nella sua infanzia e nel suo presente, introducendoci anche la compagna Sharon Fonseca, la madre e tante altre persone che fanno parte della sua vita. 

Si accendono i dubbi

Da diverse ore però sul web si accendono i dubbi. Gli utenti si chiedono se forse questa sovraesposizione mediatica fatta di ospitate, denunce e difese non sia in realtà una strategia di marketing per promuovere la sua serie tv. La domanda se la stanno ponendo molte persone anche se la risposta non c'è. "Azzarda" Selvaggia Lucarelli un'ipotesi di risposta: «A chi mi chiede se questa storia di Vacchi sia creata per lanciare la sua docu rispondo No. Nessuno divulgherebbe una brutta storia come questa, specie un narcisista di quel livello». La giornalista da inoltre informazioni aggiuntive ai suoi follower: «Ricordo inoltre che Vacchi ha fatto firmare un contratto di riservatezza ai suoi ex collaboratori e dipendenti quindi è ben preoccupato che non esca il lato oscuro». Non sappiamo quale sia la verità, intanto Gianluca Vacchi abbraccia la solidarietà del video dei suoi collaboratori. 

Ultimo aggiornamento: 29 Maggio, 09:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento