Il Calendario 2021 dell'Arma dei Carabinieri dedicato a Dante, l'Agenda a Pinocchio

Sabato 14 Novembre 2020 di Ebe Pierini
Il Calendario 2021 dell'Arma dei Carabinieri dedicato a Dante, l'Agenda a Pinocchio

È dedicato a Dante Alighieri, nel settecentenario della scomparsa, il calendario storico dell’Arma dei Carabinieri 2021 che è stato presentato questa mattina, a Roma, dal Comandante Generale Giovanni Nistri. Le misure connesse al contenimento della pandemia non hanno permesso quest’anno lo svolgimento della consueta manifestazione che si è tenuta negli anni scorsi. L’illustrazione del calendario al pubblico è avvenuta in videocollegamento alla presenza di coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera: il professor Aldo Onorati e lo scrittore Valerio Massimo Manfredi con il giornalista Aldo Cazzullo.  

Per il Calendario Storico del 2021, l’Arma dei Carabinieri si è affidata alla penna di Valerio Massimo Manfredi, cantore e custode della storia antica, e alle tavole realizzate da un esponente della transavanguardia italiana, Francesco Clemente.

Un Maresciallo, Donato Alighieri, emblema del buon carabiniere, toscano come il Sommo Poeta, è il filo conduttore trasversale fra i dodici racconti, uno per ogni mese. Alighieri, colto fino al punto di conoscere a memoria l’intero Poema, narra di vicende verosimilmente accadute nel suo percorso di carriera e nelle diverse esperienze operative maturate, percependo le parole di Dante come fonte insostituibile d’ispirazione per coraggio, inventiva e generosità. Le storie, ispirate da episodi di vita vissuta, e le immagini, raffiguranti simboli ed elementi dei Carabinieri facilmente riconoscibili, si sposano e dialogano fra loro in una letteratura mista che riporta a stili ed epoche da cui traspare lo spirito eroico del militare e la consapevolezza di trovare anche nei gesti più piccoli il coraggio di una vita di Valore, facendo inoltre da contrappunto alle terzine della Divina Commedia del Sommo Poeta e celebrarne il 700esimo anniversario della scomparsa.

Oltre al calendario, è stata pubblicata anche l’edizione 2021 dell’Agenda, incentrata sul tema “Pinocchio e i Carabinieri”, ove è tangibile il legame indissolubile tra il celebre racconto e l’Arma, celebrando così i 140 anni dalla prima apparizione pubblica dell’opera di Carlo Lorenzini, conosciuto come Collodi, e ricordando al contempo le sue espressioni nel mondo delle arti grazie al prezioso contributo offerto da moltissimi illustratori e artisti in una sorta di sfida artistica. In quasi un secolo e mezzo di storia, sono stati moltissimi, tra i più celebri illustratori e artisti, che si sono cimentati nella sfida di raccontare le vicende del burattino. Una storia caratterizzata dal registro narrativo avvincente e da un susseguirsi di immagini letterarie suggestive che regalano uno spazio senza tempo all’iconografia dei Carabinieri.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA