Agguato sulla pista ciclabile: ex carabiniere ucciso da un killer in moto

Mercoledì 3 Giugno 2020
Agguato sulla pista ciclabile: ex carabiniere ucciso da un killer in moto

Tre colpi di pistola sparati a bruciapelo, un regolamento di conti. Così è stato ucciso stamattina ex carabiniere mentre passava lungo la pista ciclopedonale di Spinetoli (Ascoli Piceno). L'uomo aveva lasciato l'Arma da tempo. Sul posto, il comandante provinciale dei carabinieri Ciro Niglio e il procuratore di Ascoli Umberto Monti. Un motociclista ha sparato tre colpi di pistola all'ex vice comandante della stazione dei carabinieri Antonio Cianfrone, coinvolto in una inchiesta di tangenti alle aziende per la quale era stato sospeso dal servizio.

Camorra, decapitato il clan D'Alessandro: 26 arresti nella notte

Cianfrone, di 51 anni originario di Chieti ed ex carabiniere in servizio alla stazione di Monsampolo del Tronto, era stato allontanato dall'Arma dopo un suo coinvolgimento in un'inchiesta per concussione. Secondo una prima ricostruzione, si è trattato di un'esecuzione: contro la vittima sono stati esplosi tre colpi di arma da fuoco. A sparare, una persona con il volto coperto da un casco che è poi fuggita su una moto guidata da un complice che lo aspettava a pochi metri. A dare l'allarme è stata una donna ma non è chiaro se abbia o meno assistito all'agguato. L'omicidio è avvenuto lungo una pista ciclabile nella frazione di San Pio.

Ultimo aggiornamento: 15:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA