Morto Massimo Bordin di Radio Radicale, voce storica della rassegna stampa

Morto Massimo Bordin di Radio Radicale, voce storica della rassegna stampa
ARTICOLI CORRELATI
2
  • 49
È morto Massimo Bordin, storica voce di Radio Radicale. L'annuncio in diretta. Bordin è stato per anni conduttore della rassegna stampa mattutina dell'emittente. Aveva 67 anni. Storico direttore di Radio Radicale e «voce» conosciutissima tra gli addetti ai lavori e non solo, Bordin, 67 anni, era malato da tempo ma fino all'1 aprile ha fatto la sua rassegna radiofonica.

La morte di Bordin arriva proprio nei giorni in cui si discute della possibile chiusura dell'emittente, dopo che il sottogretario M5S con delega all'Editoria Vito Crimi ha confermato lo stop ai contributi statali



«Tutta Radio Radicale si stringe attorno ai suoi cari e alla sua famiglia, di cui ci sentiamo ormai parte», ha detto l'emittente annunciando in diretta la morte del giornalista. «In questi giorni siamo stati sommersi alle richieste degli ascoltatori che ci chiamavano per avere sue notizie» da quando ad inizio del mese aveva interrotto la sua quotidiana rassegna stampa. Era la voce più importante, più autorevole e più bella di Radio Radicale ed è davvero con immenso dolore che diamo questa notizia che non avremmo mai voluto dare. Era malato da tempo e aveva chiesto di vivere e lottare contro la malattia con massimo riserbo. Una volontà che abbiamo rispettato, ma purtroppo non ce l'ha fatta».

Poi Radio Radicale ha trasmesso il Requiem, capolavoro di Mozart che introduceva la mattina la messa in onda della rassegna stampa di Bordin.
Mercoledì 17 Aprile 2019, 14:53 - Ultimo aggiornamento: 17-04-2019 17:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-04-17 21:59:57
Affatto bene il M5S a chiudere sta radio se vi piace pagatavela di tasca vostra no coi sordi degli italiani.
2019-04-17 20:12:32
Spesso ascolto radio radicale , perchè mi piace gli argomenti di come vengono trattati , la voce di Massino, con quel tono forte ,ma nello stesso tempo delicato ,mi dava una senzazione che stava vicino e non nella radio,specialmente quando faccio lunghi viaggi in auto.Si perde un amico anche se non lo conoscevo , personalmente , ma mi sembrava di conoscerlo da sempre.

QUICKMAP