Aereo caduto: «Il pilota dell'Ethiopian Airlines non era addestrato sul nuovo simulatore»

ARTICOLI CORRELATI
1
  • 1
Il pilota del Boeing 737 Max che è precipitato il 10 marzo ad Addis Abeba provocando 157 morti non era mai stato addestrato su un nuovo simulatore di volo specificamente realizzato per quel tipo di aereo. Lo ha rivelato un suo collega all'agenzia di stampa Reuters, che riporta la notizia in esclusiva sul proprio sito internet. Il pilota, il 29enne Yared Getachew, avrebbe dovuto seguire un corso di aggiornamento alla fine di marzo - ha sottolineato il suo collega - due mesi dopo che la Ethiopian Airlines aveva ricevuto uno dei primi nuovi simulatori.

Aereo caduto, il pilota urlò alla torre di controllo: «Break, devo riprendere quota». Il 737 era troppo veloce

La Boeing, ha detto il collega del pilota scomparso - che ha voluto mantenere l'anonimato - non ha inviato le istruzioni sul nuovo sistema automatico (l'MCAS) installato sui 737 MAX 8 e secondo molti esperti all'origine della sciagura in Etiopia e anche di quella in Indonesia dell'ottobre scorso (quando un altro Boeing 737 MAX 8 è caduto uccidendo 189 persone). La compagnia non ha commentato le dichiarazioni dal pilota.

 
Giovedì 21 Marzo 2019, 13:50 - Ultimo aggiornamento: 21-03-2019 17:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-03-21 15:26:28
... mentre la boeing è molto bene addestrata a depistare(pagando i tecnici che dovranno compilare le relazione)per dare tutta la colpa al comandante morto! nel mio piccolo consiglio alla gente di non salire su aerei dalla boeing!

QUICKMAP