Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Germania, legata al letto e percossa per ore: donna muore dopo un rito esorcista

Martedì 15 Dicembre 2015
Germania, legata al letto e percossa per ore: donna muore dopo un rito esorcista

 Sta suscitando molto clamore in Germania il caso di una donna di 42 anni, uccisa durante un rito esorcista: il corpo è stato ritrovato sabato scorso, in una stanza dell'Hotel Interconti di Francoforte sul Meno. Ne ha dato oggi notizia la procura della repubblica della città dell'Assia.
La morte è avvenuta per soffocamento, dopo che la donna era stata legata al letto e percossa per molte ore.
 Sono state arrestate 5 persone sospettate di aver partecipato al rito: una donna di 44 anni, i suoi due figli, un ragazzo di 21 e una ragazza di 19 anni, tutti sud-coreani, e due altri minorenni di 15 anni, tra cui il figlio della vittima, di cui però non è stata resa nota la nazionalità.
 Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la famiglia di esorcisti era arrivata 6 settimane fa dalla Corea del Sud all'aeroporto di Francoforte e aveva affittato un appartamento a Sulzbach. Venerdì scorso avevano
prenotato una camera all'Interconti di Francoforte, dove avevano organizzato la seduta di esorcismo. La vittima è stata legata al letto e percossa sulla pancia e sulla gabbia toracica per molte ore.
 Per evitare che le urla della donna si sentissero nelle altre stanze, le avevano messo un asciugamano in bocca. Una volta accortisi di averla uccisa, i componenti della famiglia di esorcisti hanno chiamato un parroco cattolico
sud-coreano che, visto il cadavere, ha immediatamente chiamato la polizia.

Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre, 18:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA