Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Kaliningrad, il compromesso per disinnescare l'escalation con Mosca e "salvare" la Lituania

Mercoledì 29 Giugno 2022 di Simone Pierini
Kaliningrad, il compromesso per disinnescare l'escalation con Mosca e "salvare" la Lituania

Il commercio attraverso la Lituania con l'exclave russa di Kaliningrad potrebbe tornare alla normalità entro pochi giorni. È quanto affermano alla Reuters due fonti che confermano come i funzionari europei si stiano avvicinano a un accordo di compromesso con lo Stato baltico per disinnescare una lite con Mosca.

Kaliningrad, che confina con gli stati dell'Unione Europea e fa affidamento su ferrovie e strade attraverso la Lituania per la maggior parte delle merci, è stata tagliata fuori da alcuni trasporti di merci dalla Russia continentale dal 17 giugno a causa delle sanzioni imposte da Bruxelles.

Kaliningrad, la trattativa per riaprire il canale lituano

Funzionari europei sono in trattative per esentare il territorio dalle sanzioni, che finora hanno colpito beni industriali come l'acciaio, aprendo la strada a un accordo all'inizio di luglio se la Lituania, membro dell'UE, abbasserà le sue riserve. La lite per l'isolamento dell'exclave russa sta mettendo alla prova la determinazione dell'Europa a far rispettare le sanzioni imposte in seguito all'invasione russa dell'Ucraina, alimentando i timori di un'escalation dopo che altre restrizioni hanno spinto la Russia a non pagare il suo debito.

 

Il compromesso

Mentre le potenze occidentali si sono impegnate a difendere l'Ucraina, ribadendo la loro determinazione ai vertici del G7 e della Nato questa settimana, si sta rivelando difficile per l'Europa sia far rispettare le rigide sanzioni imposte, sia evitare un'ulteriore escalation con la Russia. Per questo motivo i funzionari europei - riporta la Reuters - con l'appoggio della Germania, stanno cercando un compromesso per risolvere uno dei tanti conflitti con Mosca. Se la rotta tradizionale per le merci russe verso Kaliningrad, prima attraverso il suo alleato Bielorussia e poi la Lituania, non venisse ripristinata, lo stato baltico teme che Mosca possa usare la forza militare per aprire un corridoio di terra attraverso il suo territorio.

Un compromesso potrebbe considerare il movimento di merci tra Russia e Kaliningrad esente da sanzioni in quanto non letto come normale commercio internazionale proprio per la natura dell'exclave che fa parte della Russia, riporta la Reuters citando fonti. Tale concessione potrebbe essere fatta solo a condizione che il trasporto sanzionato venga utilizzato a Kaliningrad e non esportato attraverso il suo porto, dove ha sede la flotta russa del Baltico. Ciò potrebbe essere difficile da garantire e potrebbe mettere la Lituania, che ha il compito di determinare la destinazione finale delle merci, in rotta di collisione con la Russia.

 

Ultimo aggiornamento: 30 Giugno, 16:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA