Somalia, kamikaze di al-Shabab contro base militare: almeno 30 morti

Venerdì 26 Giugno 2015

È di almeno trenta morti il bilancio di un attentato condotto da un kamikaze a bordo di un'autobomba contro una base militare dell'Unione Africana in Somalia. Lo riferisce la Bbc citando testimoni e riferendo che i miliziani somali di al-Shabab hanno rivendicato l'attacco e il controllo della base di Leego, che si trova sulla strada principale che collega Mogadiscio alla città di Baidoa.

La base è guidata dai soldati del Burundi che fanno parte dell'Amisom, la missione dell'Unione Africana in Somalia, che conta oltre ventimila militari nel Paese. Amisom ha confermato su Twitter di aver subito un attacco, ma senza fornire dettagli.

La tv al-Jazeera ha ricevuto un comunicato di rivendicazione da parte dei miliziani di al-Shabab legati ad al-Qaeda. «Abbiamo colpito un veicolo che trasportava i nemici della Somalia», ha detto l'estremista Abdulaziz Abu Muscab.

L'attuale governo di Mogadiscio è sostenuto nella lotta ad al-Shabab da 22mila militari dell'Unione Africana di cui fanno parte, tra gli altri, Burundi, Gibuti, Etiopia, Kenya e Uganda. I miliziani avevano

annunciato l'intenzione di aumentare gli attentati durante il mese sacro all'Islam di Ramadan, iniziato giovedì scorso. Da allora nella sola Mogadiscio ci sono stati dieci omicidi mirati. Mercoledì scorso inoltre l'ambasciatore degli Emirati Arabi a Mogadiscio è scampato a un tentativo di omicidio.

Ultimo aggiornamento: 19:56