Spagna, spunta un master fasullo: prima grana per il neo presidente Pp Casado

Il neo presidente del Partido Popular, Pablo Casado, mentre esibisce i suoi lavori del master sotto accusa
Il neo presidente del Partido Popular, Pablo Casado, mentre esibisce i suoi lavori del master sotto accusa
di Paola Del Vecchio
Martedì 24 Luglio 2018, 14:09 - Ultimo agg. 17:36
3 Minuti di Lettura
MADRID - Il neo presidente del Partido Popular, Pablo Casado, rischia di scivolare subito sul presunto master fasullo, che complica il “nuovo corso del rinnovamento e della rigenerazione” del partito conservatore, annunciato dal 37enne leader, eletto nelle primarie lo scorso fine settimana. Come la governatrice di Madrid, Cristina Cifuentes, costretta alle dimissioni per il falso master all’Università Juan Carlos I, anche Pablo Casado è oggetto d’inchiesta per un titolo post-laurea in Diritto Pubblico alla stessa università, nel 2008/2008, in cui approvò 18 materie sulle 22 previste in appena 4 mesi. Lui ha pubblicamente sostenuto che molte delle materie gli furono convalidate dal precedente corso di laurea in Diritto all’Università Complutense. Ma ha anche riconosciuto di non aver mai frequentato le classi, né di aver fatto la tesi finale di maestria, che a suo dire avrebbe “compensato” con 4 lavori, per complessive 92 pagine,  per supplire le assenze.

Tuttavia all’università Juan Carlos I «non constano i lavori di Pablo Casado», come risulta dal comunicato inviato al Gip della sezione istruttoria 51 del Tribunale di Madrid, che coordina l’inchiesta. La giudice Carmen Rodriguez Medel, che ha già messo sotto accusa l’ex governatrice di Madrid e presidente del Pp nella regione, Cristina Cifuentes, ha imputato nelle ultime ore altre tre compagne di corso di Pablo Casado, tutte vicine al Partido Popular, fra le quali la figlia della mano destra della Cifuentes e la vice direttrice dell’assessorato regionale all’Educazione della Comunità valenziana. Per Casado, coperto da immunità parlamentare, se dovessero essere confermate le ipotesi di reato, l'inchiesta dovrà essere trasferita al Tribunale Supremo.

L’ipotesi sulla quale lavora il giudice Rodriguez Medel è che da almeno un decennio l’Università Juan Carlos I fosse una fabbrica di titoli fasulli per dirigenti del Pp. Il magistrato ha ordinato un rapporto alla guardia civile perché faccia luce sulla possibile rete di contatti politici e accademici sulla quale contava l’attuale presidente del Pp, nel 2008 presidente delle Nuove Generazioni del partito conservatore. E la verifica di tutti i lavori accademici consegnati dal dirigente dei Popolari. La rete, è l’ipotesi investigativa, faceva capo a Enrique Alvarez Conde, il direttore dell’Istituto di Diritto Pubblico che organizzava i corsi post-laurea, attualmente destituito e imputato per il falso titolo di master di Cristina Cifuentes.
© RIPRODUZIONE RISERVATA